Milan, dall’estero arrivano nuove conferme: “Contatti in corso”

I rossoneri si sono inseriti seriamente nella corsa al giovane calciatore su cui c’è già l’interesse di diversi top club a livello europeo

Continua a lavorare in ottica futura la dirigenza del Milan. Maldini e Massara hanno intenzione di regalare a Pioli una rosa ancor più competitiva per la prossima stagione, sempre puntando su profili giovani e di prospettiva. E’ un caso a parte ovviamente Origi, attaccante esperto ma con caratteristiche funzionali ai rossoneri.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©LaPresse)

Qui invece parliamo di un ragazzo di cui ultimamente si parla molto, non solo in Italia. Un calciatore addirittura soprannominato come il “nuovo Luka Modric“. Un paragone davvero molto importante, ma pare che le qualità per emulare il croato ci siano tutte: staremo a vedere. Ciò che è certo è che il duo dirigenziale del Milan è in contatto con la società che ne detiene al momento il cartellino.

Ovviamente adesso si parla soltanto di interessamento e nulla di più. Le priorità sono altre in casa Milan, come ad esempio il difensore con Botman in pole ormai da mesi, Renato Sanches a centrocampo che sembra aver voglia di vestire la maglia del diavolo al più presto, poi si guarda al reparto offensivo con Origi ma non solo. Bisogna risolvere, ad esempio, la situazione riguardante Brahim Diaz in bilico tra il Milan e il Real Madrid. Ormai chiuso, almeno così sembra, il capitolo Kessie così come va chiudendosi quello relativo ad Alessio Romagnoli.

Maldini ha chiamato Reiter: chieste informazioni sul nuovo Modric

E’ vero, abbiamo detto che al momento si tratta soltanto di un semplice interessamento. Ma Maldini ha più volte dimostrato di essere imprevedibile durante le sessioni di mercato e non escludiamo il fatto che ancora una volta possa sorprendere tutti. Di Luka Sucic ne abbiamo già parlato. Sarà davvero lui il nuovo Modric? Solo lo stesso diciannovenne potrà dimostrarlo. Intanto lui si gode il momento, in cui società importanti come Liverpool e Milan hanno messo gli occhi su di lui.

I reds hanno avuto dei colloqui intensi con il Salisburgo, società in cui attualmente milita Sucic. Ma stando a quanto riportano le ultime indiscrezioni, anche Maldini ha deciso di avere un contatto diretto con Stephan Reiter, direttore del Red Bull. Sucic ha un contratto con gli austriaci fino al 2026, dunque sicuramente il club non lo lascerà andare via così facilmente. Servirà un investimento importante, come sempre ragionato. Maldini ha avviato la conversazione con Reiter, adesso è da capire se la proseguirà o se ha voluto soltanto esplorare il territorio apparentemente sconosciuto.