Milan, le scelte di Pioli per il Genoa: riecco Bennacer

Le ultime sulle probabili scelte di Stefano Pioli in vista di Milan-Genoa, match della trentatreesima giornata di Serie A, in programma venerdì alla ore 21.00

La testa è chiaramente al finale di stagione, alla partita di domani sera contro il Genoa, in programma alle ore 21.00, allo stadio San Siro. Un match, valevole per la trentatreesima giornata di Serie A, da vincere.

Tomori-Kalulu-Bennacer
Tomori-Kalulu-Bennacer (©LaPresse)

Il Milan è chiamato a rialzare la testa dopo due pareggi consecutivi per 0-0. Servirà conquistare tre punti per rilanciarsi e presentarsi al miglior dei modi alla partita di martedì contro l’Inter che vale una finale di Coppa Italia.

Stefano Pioli non potrà fare calcoli e si affiderà ai suoi uomini miglior per sfidare il Grifone. Le notizie, positive, rispetto all’ultima partita contro il Torino, non mancano. Ieri, infatti, è tornato ad allenarsi in gruppo Ismael Bennacer, che sta bene ed è pronto a scendere in campo dal primo minuto.

Tornano a disposizione anche Ante Rebic e Samu Castillejo, pronti a sedersi in panchina e a dare una mano alla squadra qualora ce ne fosse bisogno.

In avanti, infatti, Pioli continuerà ad affidarsi a Rafael Leao e Olivier Giroud. Dietro la punta, invece, dovrebbe avanzare ancora una volta Franck Kessie, in vantaggio su Brahim Diaz. Sulla destra più Saelemaekers che Messias.

A centrocampo, ovviamente, ad affiancare Ismael Bennacer sarà Sandro Tonali. Nessun dubbio, invece, per quanto riguarda il reparto difensivo: ad agire sulla destra sarà Davide Calabria, al centro la coppia formata da Pierre Kalulu e Fikayo Tomori, a sinistra Theo Hernandez. In porta chiaramente Mike Maignan.

Coperta corta

In difesa continua ad esserci un po’ la coperta corta viste le assenza di Alessandro Florenzi e Simon Kjaer, ai quali si aggiunge quella di Romagnoli. Per il capitano sembrava qualcosa di breve durata e invece, anche ieri ha lavorato a parte e le possibilità di vederlo domani in panchina sono davvero vicine allo zero.

Servirà dunque stringere i denti, pensando una partita alla volta. Il Milan è ancora in corsa per tutti gli obiettivi ed è certamente un passo in avanti rispetto alla passata stagione.