Kalulu: “Pioli diverso dagli altri. Sogno la Nazionale, ma prima viene il Milan”

Bella intervista di Pierre Kalulu per StarCasinò. Il difensore ha parlato della sua attuale esperienza in rossonero, sottolineando quanto per lui sia importante giocare al Milan…

In pochi mesi, il giovane Pierre ha conquistato la fiducia di tifosi, compagni e soprattutto del suo mister Stefano Pioli. Adesso, è un titolarissimo della formazione rossonera, componendo una coppia di difesa micidiale con Fikayo Tomori.

Pierre Kalulu
Pierre Kalulu (©LaPresse)

Kalulu è la vera rivelazione di questa squadra. Acquistato da novellino non professionista dal Lione per poco meno di 1 milione di euro, ha sbalordito la critica sportiva sin dalla sua prima apparizione in campo. Classe 2000, stupisce di Pierre la sua sicurezza palla al piede, la grande dimestichezza con la quale affronta gli avversari.

Un giovanissimo si, ma già pronto a giocare qualsiasi sfida. Oggi come oggi, Pierre Kalulu è considerato uomo immagine di questo Milan. Un vero esempio di qualità e attaccamento alla maglia. Da giocatore chiave, è stato intervistato da SportCasinò. Il francese ha in pratica partecipato da protagonista ad un Q&A del noto sponsor del Milan.

Pierre ha raccontato a tutto tondo le sensazioni provate in maglia rossonera e molto importanti  sono state anche le sue considerazioni su Pioli e Maldini. Di seguito le dichiarazioni del francese:

Quando sono entrato a Milanello per la prima volta ho capito di essere davvero un calciatore del Milan. Maldini è una presenza importante per tutta la squadra, cerco sempre di imparare qualcosa dalle persone che hanno fatto la storia di questo club glorioso. Mister Pioli è molto vicino a noi giocatori, e per me sarà sempre un allenatore diverso da tutti gli altri. Anche Bennacer mi ha aiutato molto quando sono arrivato al Milan, è stato il mio punto di riferimento.

Da quando sono qui sono migliorato tanto soprattutto sull’aspetto mentale, sulla concentrazione e sulla voglia continua di vincere. Giocare con la Francia è un mio obiettivo, ma prima devo dimostrare tutto il mio valore al Milan“.