Milan, Maldini: “La squadra è un po’ tesa. L’assenza di Ibra è un problema”

Il direttore dell’area tecnica rossonera ha parlato ai microfoni di DAZN nel pre partita di Milan-Genoa. Ha anche affrontato il tema mercato

A pochi minuti dall’inizio dell’importante gara contro il Genoa, Paolo Maldini ha parlato ai microfoni di DAZN. Diversi temi affrontati, da Ibrahimovic al mercato di gennaio. Domanda anche su Origi, ma ora Paolo vuole soltanto concentrarsi su questo finale di stagione.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©LaPresse)

Sarà una gara molto complicata quella contro il Genoa, c’è però l’apporto del pubblico di San Siro che ha riempito l’impianto: presenti più di 70.000 tifosi per quello che è ovviamente il record stagionale. Il Meazza sarà una bolgia, ora tocca ai ragazzi di Pioli dare il meglio di sè.

Queste le parole di Maldini: “Come tutte le settimane anche in questa abbiamo lavorato bene in previsione di questa partita. Dobbiamo vincere, lo sappiamo, anche in virtù del risultato dell’Inter. Mercato di gennaio? Non c’è stata l’occasione giusta per intervenire. Inoltre abbiamo sempre pensato di avere già una rosa abbastanza competitiva. Il 2022 è iniziato con buoni risultati, per quanto riguarda la difesa non ho nulla da dire, c’è Kalulu che è andato oltre ogni aspettativa. Ibra? La sua assenza prolungata è un problema”.

Su Origi e la difficoltà nel fare gol: “Adesso voglio soltanto concentrami sulla fase finale di questa stagione. Ho parlato con Pioli per quanto riguarda la difficoltà nel segnare, probabilmente si tratta di un po’ di tensione. Pochi ragazzi hanno mai lottato nella loro carriera per vincere qualcosa di importante. La vendita del club? In questo momento so poco o nulla. Ci sta che l’idea della società sia anche quella di vendere ad una cordata importante. Ora concentriamoci sul rush finale, focalizziamoci su campionato e Coppa Italia”.