Inter-Milan 3-0, le pagelle: Tomori soffre Lautaro, Giroud un fantasma

Inter-Milan 3-0, le pagelle: ancora a secco Giourd, male Tomori su Lautaro. Leao si spegne presto, Bennacer e Theo lottano

Colpisce a freddo l’Inter, con la prima vera occasione della partita. Lautaro da dentro l’area di rigore, lasciato troppo libero, si smarca e calcia con cattiveria inaudita. Maignan sfiora ma non riesce a evitare l’1-0. La parte centrale del primo tempo è a tinte rossonere. Il Milan spreca tanto, sia con Leao che sbatte su Handanovic in due azioni fotocopia, che con Saelemaekers e Kessie, il quale da un passo manca clamorosamente l’intervento. Nel momento migliore del Milan l’Inter raddoppia su azione di contropiede. Correa serve ancora Lautaro, la linea difensiva milanista tarda troppo a salire e l’argentino firma la sua doppietta beffando Maignan con un bellissimo scavetto.

Inter-Milan
Inter-Milan (LaPresse)

Secondo tempo molto intenso con il Milan che prova a rientrare in partita. L’Inter lascia campo ai rossoneri, che controllano la gara arrivando anche al gol. La rete di Bennacer viene pero annullata clamorosamente per fuorigioco passivo (?) di Kalulu dopo una lunga revisione al Var. L’inter trova addirittura il 3-0 che sa ancora più di beffa, chiudendo il match all’82’ con Gosens.

Inter-Milan, le pagelle

Maignan 5,5: Incolpevole sulla sassata di Martinez per l’1-0 e sul 3-0 di Gosens, beffato e forse un pizzico in ritardo sul raddoppio dell’argentino.

Calabria 5,5: Primo tempo di sofferenza sul lato di Perisic, contenuto in certi casi anche discretamente. Poche avanzate offensive, male in tandem con Saelemaekers (Gabbia 73′ sv).

Kalulu 5,5: Rischia spesso palla al piede ma non si scompone mai, riuscendo anche in tante importanti chiusure. Scappa troppo tardi all’indietro su Gosens in occasione del 3-0, reagendo in ritardo come tutta la linea difensiva.

Tomori 5: Non benissimo sul primo gol, dove si gira sulla conclusione di Lautaro (anche se sono più i meriti dell’argentino), male sull’episodio del 2-0, dove ritarda troppo a salire per mettere in fuorigioco il 10 nerazzurro.

Theo Hernandez 6: Da una sua avanza arriva l’occasione più clamorosa del primo tempo rossonero. Buona prova di intensità anche nella seconda frazione, uno degli ultimi ad arrendersi.

Tonali 5: Inizio timido, cresce nella parte centrale del primo tempo dove arriva anche al tiro da dentro l’area di rigore dopo una bella azione iniziata proprio dai suoi piedi (Brahim Diaz 45′ 6: ingresso di voglia per il 10, che prova a suonare la carica come nel derby di campionato. Stavolta però le sue giocate non portano a nessuna palla gol).

Bennacer 6,5: Solito baluardo del centrocampo, recupera la solita infinità di palloni e avvia l’azione. Peccato per il gol annullato che avrebbe riaperto il match sul risultato ancora di 2-0 (Krunic 73′ sv).

Saelemaekers 5: Gara povera di spunti la sua. Il belga scalda i guanti di Handanovic su sviluppi di palla inattiva e prova qualcuna delle sue accelerate senza creare pericoli (Messias 45′ 5,5: ingresso troppo confusionario del brasiliano, che non riesce mai a trovare il guizzo sulla fascia).

Kessie 5: Gara ancora confusionaria la sua sulla trequarti, dove si limita a contenere Brozovic in fase di ripiegamento. Meglio in mediana nella seconda frazione. Clamoroso il mancato intervento nel primo tempo a pochi passi dalla linea su assist di Theo, dove si fa rimontare da Peresic intervenuto alla disperata in scivolata.

Leao 5,5: Uno dei più attivi nel primo, arriva diverse volte al tiro dopo le sue serpentine ma viene sempre murato da Handanovic. Secondo tempo opaco rispetto ai primi 45 minuti.

Giroud 5: Praticamente nessun pallone toccato nel primo tempo, pochissime giocate anche nel secondo. Mai servito, anche in area fatica a trovare giocate importanti nel gioco aereo.