Fuorigioco Kalulu, VAR colpevole? “Mariani era convinto di una cosa”

 Continuano, come era prevedibile, le polemiche per quanto riguarda la rete annullata a Bennacer ieri nel derby di Coppa Italia tra Inter e Milan

A quasi ventiquattro ore dal termine del match tra Inter e Milan, tutti gli addetti ai lavori si chiedono ancora come sia stato possibile annullare quella rete ad Ismael Bennacer che, a venticinque minuti dalla fine dell’incontro, avrebbe riaperto i giochi portando il risultato sul 2-1. L’epilogo, poi, lo conosciamo tutti.

L'arbitro Mariani, protagonista di Inter-Milan
L’arbitro Mariani, protagonista di Inter-Milan (©LaPresse)

Proviamo a ricostruire l’azione: calcio d’angolo battuto da Theo Hernandez, palla allontanata di testa dalla difesa nerazzurra e che tocca il petto di Tomori. Già qui ci sono state le prime proteste per un tocco di mano del rossonero che in realtà non c’è. Il gioco è proseguito, al limite dell’area si è avventato Bennacer che un siluro di sinistro in controbalzo ha fulminato Handanovic. Fin qui tutto ok, gol assegnato dall’arbitro Mariani tra le vibranti proteste dell’Inter.

I nerazzurri ed in particolar modo il solito scatenato Inzaghi avevano da ridire su quel tocco dubbio di Tomori, che però come testimoniato dalle immagini ha colpito il pallone assolutamente con il petto. A quel punto nessuno più si aspettava un intervento del VAR che però è arrivato, per segnalare una dubbia posizione di Kalulu al momento del tiro di Bennacer. Secondo gli assistenti al monitor dell’arbitro, il francese avrebbe ostacolato la visuale di Handanovic.

Sensazione poi confermata anche da Mariani che dopo una lunga on-field review ha annullato la rete del Milan tra l’incredulità di tifosi e giocatori rossoneri. Una decisione alquanto incomprensibile, dato che Kalulu è sì nella traiettoria del tiro ma il portiere dell’Inter rimane fermo perché sono i suoi stessi compagni di squadra a nascondergli la conclusione di Bennacer. Lo sloveno molto prima che partisse il tiro ha fatto un passo verso la sua sinistra, venendo preso poi in controtempo dal centrocampista rossonero.

Peccato che tutte queste valutazioni gli arbitri non le abbiano fatte, facendo infuriare Pioli che nel post partita ha addirittura abbandonato le interviste. Mai visto così arrabbiato il tecnico del Milan. Iniziano ad essere troppi e soprattutto decisivi i torti arbitrali contro il Milan: così non va bene.

Sull’episodio è intervenuto ai microfoni della trasmissione Tutti Convocati quest’oggi il giornalista e telecronista Mediaset, Riccardo Trevisani. Questo il suo punto di vista che non lascia spazio ad interpretazioni: “In presa diretta Mariani aveva valutato non influente la posizione di Kalulu. E’ stato il VAR a creargli il dubbio. La cosa da chiedersi è: il francese ostacola Handanovic? Secondo me no, infatti nemmeno il portiere ha mosso un singolo muscolo dopo il gol. Se avesse percepito un minimo fastidio, avrebbe reagito come fa ogni estremo difensore. Magari stando al regolamento la rete poteva anche essere annullata, ma nessuna decisione convince al 100%”.