“Il Milan vuole chiudere l’affare”: Di Marzio conferma tutto

Arriva la conferma che la società rossonera sta provando a concludere un’operazione in entrata per la prossima stagione.

Anche in caso di cambio di proprietà, il management sportivo del Milan dovrebbe rimanere il medesimo e per questo Paolo Maldini e Frederic Massara non mollano alcuni obiettivi. C’è la volontà di anticipare dei colpi in vista della sessione estiva del calciomercato.

Paolo Maldini Frederic Massara
Paolo Maldini e Frederic Massara (©LaPresse)

La dirigenza rossonera sta dando un occhio al mercato dei parametri zero, dato che ci sono delle interessanti occasioni tra i giocatori in scadenza di contratto a giugno 2022. Uno dei più chiacchierati è certamente Divock Origi del Liverpool.

L’attaccante belga ha 27 anni, possiede esperienza e caratteristiche che possono tornare molto utili a Stefano Pioli. Non è esattamente un bomber e proprio per questo c’è chi ha dei dubbi sul suo ingaggio, però il club lo ritiene funzionale all’attuale progetto tecnico-tattico.

Calciomercato Milan, Origi verso l’approdo in rossonero

Oggi Gianluca Di Marzio a Sky Sport ha spiegato qual è la situazione legata a Origi in chiave Milan: “C’è una trattativa molto avanzata, però ancora nessuna firma. Comunque c’è la volontà di chiudere per un calciatore importante a parametro zero”.

Il giornalista sportivo ed esperto di calciomercato conferma quanto trapelato finora e ha ribadito che in caso di addio di Zlatan Ibrahimovic può arrivare un altro centravanti: “In base a cosa deciderà Ibra, il Milan valuterà se fare o meno un investimento importante in attacco su un giovane che possa dare garanzie per il futuro”.

Divock Origi Messias
Junior Messias e Divock Origi (©LaPresse)

Il futuro di Ibrahimovic è una delle incognite in questo momento. Considerando i ripetuti infortuni e le tante partite saltate dal 40enne svedese, è normale pensare che a fine stagione possa maturare l’addio. A Pioli servono maggiori garanzie nel reparto offensivo. Essendoci già Olivier Giroud avanti con l’età, è un rischio ritrovarsi nuovamente con due attaccanti over 35.

A maggio Ibra e la dirigenza avranno un confronto per discutere del futuro e sarà interessante vedere quale decisione verrà presa. Un rinnovo del contratto un po’ sorprenderebbe, anche se di fatto Paolo Maldini mesi addietro aveva aperto a tale ipotesi e dichiarato che Zlatan non sarà mai un peso per il Milan.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)