Calciomercato Milan, rinnovi e prestiti: il punto della Gazzetta

Il club rossonero ha rinviato a fine stagione alcuni rinnovi di contratto e anche le discussioni sul futuro dei giocatori arrivati in prestito.

Il Milan in questo momento è concentrato sulla scorsa Scudetto e c’è una trattativa in corso per la possibile cessione societaria che mette in standby le operazioni di calciomercato. Probabilmente non ci saranno annunci di nessun tipo prima della fine del campionato.

Leao Bennacer
Rafael Leao e Ismael Bennacer (©LaPresse)

Oggi La Gazzetta dello Sport spiega che i rinnovi di Ismael Bennacer e Rafael Leao non sono in pericolo. Le firme verranno apposte al termine della stagione, quando potrebbe esserci Investcorp come proprietario del club. Entrambi i calciatori vogliono rimanere in maglia rossonera.

Vero che sono trapelate indiscrezioni che danno il PSG e il Manchester City interessati a Leao, però solo un’offerta shock potrebbe cambiare lo scenario. Al momento, non risulta alcuna proposta concreta e la sensazione è che l’ex Lille sarà ancora a Milanello nella prossima stagione.

Florenzi, Bakayoko e Messias: il punto sui riscatti

Per quanto riguarda i giocatori arrivati in prestito, La Gazzetta dello Sport conferma che quello con più speranze di essere riscattato è Alessandro Florenzi. Servono 4,5 milioni di euro per comprare a titolo definitivo il suo cartellino dalla Roma.

Probabile l’addio di Tiemoué Bakayoko, arrivato con una formula biennale ma completamente fuori dal progetto. Non mette i piedi in campo dal 17 gennaio ed è molto probabile che venga restituito al Chelsea con un anno di anticipo. Da capire cosa ne sarà di Junior Messias, il cui riscatto costerebbe 5,4 milioni e che secondo La Gazzetta dello Sport potrebbe rientrare al Crotone in attesa di una nuova destinazione.

Brahim Diaz
Brahim Diaz (©LaPresse)

Infine c’è Brahim Diaz, arrivato con un accordo che prevede il suo prestito fino a giugno 2023. Il suo rendimento è deludente da diversi mesi e a fine stagione il Milan dovrebbe parlare con il Real Madrid del futuro dell’ex Manchester City. Non è escluso che gli accordi possano essere rivisti.

Ci si aspettava molto di più dal trequartista spagnolo, che si è preso la responsabilità di vestire la maglia numero 10 e che non è riuscito convincere. Aveva iniziato bene, poi si è perso. Il suo ultimo gol risale al 25 settembre, un dato che dice molto. In negativo…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)