Calhanoglu, per la Gazzetta “Il Milan lo rimpiange”: ma i numeri sono pessimi

Il noto quotidiano italiano, nell’edizione odierna, ha come al solito emesso le pagelle delle gare del giorno prima. I tifosi del Milan sono inferociti

Ieri l’Inter ha annientato la Roma di Mourinho per tre reti a uno. I tifosi del Milan erano molto attenti a questa gara perché difatti era l’ultimo scontro diretto di questo campionato dei nerazzurri. Troppo evidente però la differenza di tasso tecnico tra le due formazioni, una Roma praticamente assente dal terreno di gioco.

Calhanoglu
Calhanoglu (©LaPresse)

Mourinho, osannato per tutto l’arco della gara dai tifosi di casa, nel post partita ha ammesso di tifare Inter per la corsa allo Scudetto. Non che non si sapesse già… Adesso il cammino della squadra di Inzaghi sembra molto in discesa, e mercoledì ci sarà il recupero della sfida con il Bologna. Il Milan a questo punto non può fare altro che pensare solo e soltanto a se stesso, provando a vincere tutte le gare che mancano. E’ l’unico modo per sperare ancora in un traguardo che renderebbe felice una tifoseria intera e non solo.

Lo deve fare a partire da stasera, quando i rossoneri affronteranno fuori casa una Lazio rimaneggiata ma comunque molto pericolosa. Nonostante si giochi all’Olimpico, lo stadio sarà quasi tutto a tinte rossonere. Più della metà dei biglietti venduti, infatti, sono di marca milanista. Una spinta in più, come è stata definita da Pioli, secondo il quale i tifosi del Milan hanno già vinto lo Scudetto per la passione dimostrata. E proprio questi tifosi non sono rimasti per niente contenti dopo aver dato un’occhiata alle pagelle di Inter-Roma apparse oggi sulla Gazzetta dello Sport.

Gazzetta, il giudizio su Calhanoglu è fuorviante: si poteva evitare

In particolare, ai milanisti non è piaciuto il commento fatto sulla prestazione di Calhanoglu. Al turco è stato assegnato un voto abbastanza alto, ovvero 7.5. La sua prestazione è stata certamente positiva, questo è impossibile negarlo, ed è stato elogiato più volte per la mole di assist in questa stagione.

Dopo il voto però c’è stato anche il commento da parte della Gazzetta dello Sport, che scrive: “Manda in gol Dumfries, recupera il pallone che fa partite l’azione di Brozovic, e su corner trova di testa Lautaro. Entra in tutti e tre i gol, rappresenta la qualità che mancava a questa squadra. E il Milan lo rimpiange“.

Milan, Calhanoglu è un rimpianto? I numeri dicono altro

Ecco, questa ultima frase in particolare ha innervosito e non poco tutto l’ambiente rossonero. Ma chi lo dice che Calhanoglu sia un rimpianto per il Milan? Per il comportamento che ha avuto nei confronti del club, di certo non lo è. Se poi andiamo a guardare i numeri del turco nel 2022, la tesi viene ancor più confermata. Roma a parte, Calhanoglu è entrato nei gol cdell’Inter soltanto in due occasioni: un assist nel momentaneo vantaggio di Perisic nel derby vinto dal Milan per 1-2 in campionato e il gol su rigore siglato contro la Juventus, peraltro ripetuto due volte dopo averlo sbagliato la prima. Tutto questo in ben dodici incontri disputati in Serie A.

Può essere, questo giudizio fuoriviante della Gazzetta, una motivazione in più per il Milan per cercare di ottenere il massimo in questo rush finale di stagione.