Milan, Giroud: “Caricati dalla sconfitta dell’Inter, ora serve umiltà”

Le parole dell’attaccante francese rilasciate a Sportmediaset. Dichiarazioni importanti sulle motivazioni dei rossoneri in questo rush finale

Il Milan si appresta a vivere un finale intenso di campionato. Dopo la sconfitta dell’Inter sul campo del Bologna, passo falso totalmente inaspettato, i rossoneri sono tornati ad avere il destino nelle proprie mani. Bisognerà essere lucidi e soprattutto avere la cattiveria agonistica giusta per vincere uno che Scudetto che manca nella Milano rossonera ormai da troppo tempo.

Olivier Giroud
Olivier Giroud (©LaPresse)

Certo, le ultime quattro avversarie da affrontare in questa Serie A sono tutto tranne che banali. In ordine il Milan affronterà Fiorentina (in casa), Hellas Verona (fuori casa), Atalanta (a San Siro) e chiuderà sul campo del Sassuolo (a Reggio Emilia). L’entusiasmo dei tifosi è incredibile. Da tempo ormai sono stati polverizzati i biglietti per le ultime due gare casalinghe. Tutto questo testimonia la già grande stagione fatta dai ragazzi di Pioli, che se non avessero perso quei punti “maledetti” contro le piccole ora forse avrebbe già potuto festeggiare.

Ma ora è il momento di guadare in faccia la realtà. Il fato ha dato una possibilità, l’ennesima, enorme ai rossoneri che non devono per nulla al mondo lasciarsela sfuggire. Ora più che mai serve compattezza, spirito di gruppo, sacrificio da parte di tutti. La piazza se lo merita, ma se lo meritano anche tutti i protagonisti di questa stagione che, bisogna ammetterlo, continua a regalare colpi di scena. Di tutto ciò è convinto anche Olivier Giroud.

Giroud ammette: “Ora il destino è nelle nostre mani”

Con una intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Sportmediaset, l’attaccante francese del Milan ha parlato del momento che vivono i rossoneri e di come la squadra ha reagito dopo la sconfitta dell’Inter. Inevitabile l’ammissione di Giroud, che si è detto caricato come tutti i compagni dopo ciò che è successo al Dall’Ara di Bologna: “Ora non ci si può nascondere. Abbiamo tutto ciò che serve per vincere. Adesso la cosa più importante è concentrarsi al meglio per la gara di domenica contro la Fiorentina. Abbiamo il destino nelle nostre mani grazie alla sconfitta dell’Inter, che ci ha notevolmente caricati. Abbiamo la giusta umiltà ma questo è il momento soprattutto in cui dobbiamo avere fiducia in noi stessi. Serve in particolar modo questo per vincere tutte le gare che rimangono da qui alla fine”.

Parole da leader, da giocatore esperto, quelle di Giroud. Anche lui vuole togliersi una bella soddisfazione al suo primo anno in Italia, e vuole farlo con i colori rossoneri.