L’annuncio di Ancelotti: “Dopo il Real Madrid…”

Ancelotti annuncia che il suo ritiro potrebbe avvenire tra non molto: le dichiarazioni dell’ex allenatore del Milan sorprendono un po’.

Carlo Ancelotti ha appena raggiunto un grande traguardo. È diventato il primo allenatore di sempre a vincere il titolo in tutti i cinque principali campionati nazionali. È nella storia del calcio senza dubbio.

Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti (©Ansa Foto)

Dopo lo Scudetto con il Milan, la Premier League con il Chelsea, la Ligue 1 con il PSG e la Bundesliga con il Bayern Monaco, si è imposto anche nella Liga con il Real Madrid. Alla guida dei blancos aveva già conquistato la Champions League nel 2014, ora ha aggiunto un altro importante trionfo nella sua bacheca.

Ancelotti e il Real Madrid sono anche in corsa per rivincere la Champions, dato che c’è un ritorno della semifinale da giocare contro il Manchester City. All’andata all’Etihad Stadium i ragazzi di Pep Guardiola si sono imposti per 4-3, ma il re-match di domani sera al Santiago Bernabeu promette scintille. Tutto può succedere.

Ancelotti, il ritiro è vicino?

Ancelotti in un’intervista concessa a Prime Video non ha escluso di potersi ritirare da allenatore tra poco, molto dipenderà dalle scelte del Real Madrid: “Mi piacerebbe rimanere qui molti anni e chiudere la carriera al Real Madrid. E poi fare qualcos’altro. Se mi tengono per dieci anni, allora allenerò per dieci anni. Vado avanti finché mi tengono, poi vediamo, probabilmente smetto. Nazionale? Una ci sarebbe, ma ora sarebbe prematuro. Ci devo pensare. Non sicuramente per questo Mondiale. Per quello 2026? Perché no? Potrebbe essere…”.

Il tecnico emiliano a giugno compirà 63 anni e sicuramente sarà sulla panchina madrilena anche nella prossima stagione. Non gli dispiacerebbe chiudere la sua esperienza da allenatore proprio nel Real, anche se lo stuzzica un po’ l’idea di provare l’avventura da commissario tecnico di una nazionale.

Qualche tifoso del Milan sogna anche un suo ritorno in rossonero, però difficilmente avverrà. Rimarrà comunque nella storia ciò che Carletto ha fatto a Milano, dove ha vinto prima da calciatore e poi da tecnico. Si è guadagnato l’amore di milioni di milanisti, che tuttora lo tifano anche se allena altrove.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)