Tutti pazzi per Leao: Investcorp sa cosa fare

Investcorp è pronto a blindare il gioiello del Milan: la nuova proprietà non ha alcuna intenzione di rinunciare al calciatore più importante. Il punto

Ancora Rafael Leao. Il portoghese è stato l’uomo della domenica, il calciatore che ha deciso Milan-Fiorentina. La squadra rossonera, ancora una volta, ha riscontrato tante difficoltà nel trovare il gol ma un guizzo del classe 1999 ha permesso al Diavolo di conquistare tre punti d’oro per la lotta al titolo.

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Il Milan sta sognando ad occhi aperti – a tre giornate dal termine – anche grazie ai gol di Rafael Leao. E’ il primo rossonero ad arrivare in doppia cifra in Serie A. Il portoghese è uno dei simboli di questa squadra giovane e vincente.

E’ vero che delle volte si intestardisce, tenendo troppo il pallone, ma è il calciatore che più di tutti crea la superiorità numerica. Quando punta l’uomo è davvero imprendibile. Leao è il punto di riferimento del presente ma anche del futuro. La trattativa per il rinnovo, però, non è ancora decollata. Il passaggio di proprietà ma soprattutto la causa Sporting hanno rallentato l’affare.

Avanti insieme

Tutto, come vi abbiamo raccontato, appare abbastanza apparecchiato. Per Leao era pronto un contratto da 4,5/5 milioni di euro a stagione fino al 30 giugno 2026 (l’attuale scade nel 2024)

In questi giorni, però, un po’ le carte in tavola sono cambiate: Leao ha continuato a crescere esponenzialmente e diverse squadre hanno bussato alla porta di Jorge Mendes. Tra queste c’è chiaramente il Psg, pronto a fare follie per portare sotto la Torre Eiffel ma attenzione anche ai club inglesi, come il Manchester City. Per il Milan è però ritenuto incedibile. E’ evidente che di fronte ad un’offerta da più di 80 milioni, la dirigenza sarebbe portata a fare delle riflessioni ma la volontà è di blindare il calciatore.

Impensabile che Investcorp si presenti, lasciando andare il suo gioiello migliore. Gioiello che ha ribadito la volontà di continuare a vestire il rossonero. Gli arabi dovranno chiaramente alzare l’asticelle, spingersi oltre per dimostrare la volontà di far ruotare attorno a Leao il Milan del futuro.

La volontà del fondo del Bahrain, come sottolinea La Gazzetta dello Sport, è dunque quella di ripartire dal classe 1999. Blindarlo è il giusto modo per presentarsi.