Il Sole 24 Ore – Cessione Milan, spunta Ares Capital: le ultime

Prosegue la trattativa tra Elliott e Investcorp per la cessione del Milan: intanto spunta il nome di un altro fondo, Ares Capital, coinvolto nell’affare.

In questo momento in casa rossonera la concentrazione è soprattutto sulla corsa Scudetto, dato che la squadra è prima in classifica a tre giornate dalla fine del campionato. La dirigenza vuole che i giocatori siano unicamente concentrati sull’obiettivo di riconquistare il tricolore a distanza di undici anni dall’ultima volta.

Casa Milan
Casa Milan (©Ansa Foto)

Ma fuori dal campo tutti sanno che si sta giocando un’altra partita molto importante. Ci riferiamo, ovviamente, alla negoziazione in corso tra Elliott Management Corporation e Investcorp per la compravendita del Milan. L’affare sembra procedere bene e ci sono buone possibilità che il closing avvenga al termine della Serie A 2021/2022.

Si tratta di un’operazione da circa 1,18 miliardi di euro e dunque ci sono diversi dettagli da dover sistemare. La firma dell’accordo preliminare non dovrebbe tardare ad arrivare, poi tutto dovrebbe essere in discesa. Non rimane che attendere ancora un po’, godendosi nel frattempo la corsa Scudetto di Stefano Pioli e dei suoi ragazzi.

Milan a Investcorp: coinvolto anche Ares Capital?

Secondo quanto rivelato dal giornalista Carlo Festa su Il Sole 24 Ore, sarebbe emerso anche un gruppo finanziario americano nel possibile riassetto azionario del Milan: Ares Capital, che gestisce asset per circa 325 miliardi di dollari. Le discussioni tra Elliott e Investcorp sono focalizzate sulla struttura finanziaria dell’operazione. Su 1,18 miliardi, 800 milioni verrebbero coperti tramite equity (risorse proprie del fondo del Bahrain) e 400 milioni attraverso un prestito ponte di tipo bancario.

Dentro gli 800 milioni di equity ce ne sarebbero circa 400 di preferred equity, strumento ibrido che verrebbe concesso proprio da Ares Capital. I restanti 400 verrebbero forniti, invece, dai sottoscrittori di Investcorp: in maggioranza famiglie e family office dell’area del Golfo Persico.

Festa spiega che il fondo del Bahrain, una volta volta diventato proprietario del Milan, poi punterebbe a sostituire la posizione di Ares Capital con capitali dei suoi sottoscrittori. In ogni caso, le discussioni con Elliott restano focalizzate su differenti componenti della proposta di acquisto, tra le quali degli strumenti ibridi.

Per quanto riguarda la causa avviata dall’ex presidente rossonero Yonghong Li per essere risarcito di circa 320 milioni di euro da Elliott, non sembra che possa intaccare l’attuale trattativa in corso per la cessione del club. Il giornalista de Il Sole 24 Ore conferma questa versione.