Il direttore sportivo è convinto: “L’esterno è da Milan”

Parla il direttore sportivo del Crotone in merito alla situazione riguardante l’esterno in forza attualmente al Milan. Per lui dovrebbe restare

Il Milan si accinge a vivere quest’ultimissima parte di campionato da prima in classifica. Destino nelle proprie mani e consapevolezza di poter regalare una gioia immensa ai propri tifosi dopo anni di fallimenti sportivi e delusioni totali. Adesso i rossoneri sono tornati ai vertici italiani grazie ad una dirigenza ed uno staff tecnico degno di essere definiti tali.

Milan
Milan (©LaPresse)

E’ stato proprio Stefano Pioli uno degli artefici della rinascita del Milan. Il tecnico emiliano è riuscito a ridare linfa ad un ambiente “depresso” ed è riuscito soprattutto a riportare entusiasmo all’interno della piazza. Non è un caso che i tifosi del diavolo siano primi per numero di presenze allo stadio, ma adesso iniziano anche a comandare fuori casa. E’ stato esodo all’Olimpico di Roma contro la Lazio, sarà esodo anche al Bentegodi di Verona per la sfida di domenica sera contro l’Hellas.

Pioli ha trovato gli uomini giusti per ogni ruolo, è riuscito ad assemblare ogni pezzo del puzzle. Dalla difesa, dove ha trovato la sicurezza data da Kalulu, Tomori, Kjaer, agli esterni, con un ritrovato Calabria e una freccia come Theo Hernandez. Poi a centrocampo c’è Sandro Tonali, assoluto protagonista dell’ultimo periodo, c’è Bennacer, e ancora per poco tempo ci sarà Kessie. Il nostro mister è stato testimone anche dell’enorme crescita di Rafael Leao sulla fascia sinistra, anche se sulla destra forse restano gli unici problemi di questa rosa. Pioli infatti non è rimasto molto soddisfatto dai suoi esterni destri, e parliamo di Castillejo (ormai ai margini del progetto), di Saelemaekers ma soprattutto di Messias.

Dal brasiliano, forse, quest’anno ci si aspettava di più. Arrivato a trent’anni suonati in una big dopo aver militato nel Crotone, ha siglato un gol di enorme importanza a Madrid contro l’Atletico in Champions League, tanto che in quel periodo si parlava di “favola Messias”. Dopodiché però non è riuscito a dare continuità a quel periodo magico.

Ursino: “Fossi il Milan lo terrei. Sarà importante nella prossima stagione”

A parlare ai microfoni di TMW è stato Giuseppe Ursino, direttore sportivo del Crotone: “Junior finora ha fatto bene, ma può dare ancora qualcosa in più. E’ vero, nessuno immaginava che potesse finire al Milan, ma i fatti sono questi. Io invece sapevo che sarebbe potuto andare in una big. E’ degno del Milan e sarà importate per i rossoneri nella prossima stagione“.

Beh, questo è tutto da vedere. Ricordiamo infatti che Messias è al Milan con la formula del prestito con diritto di riscatto, dunque l’ultima parola spetta alla dirigenza rossonera. E la sua permanenza a Milano non è affatto scontata.