L’obiettivo del Milan dichiara guerra all’Inter: “Vogliamo vendicarci”

Il giovane calciatore e talento italiano, accostato di recente anche al Milan, ha dichiarato di non voler fare favori all’Inter nelle prossime gare.

Da stasera scatterà la terz’ultima giornata di campionato in Serie A. Si parte con l’Inter, che affronta in casa l’Empoli in un match vitale per la squadra di Simone Inzaghi.

Inter-Empoli
Inter-Empoli (©LaPresse)

Se non dovesse battere la formazione toscana, già matematicamente salva, l’Inter lascerebbe un’autostrada al Milan per la conquista dello Scudetto. Visto che le due squadre milanesi sono già distanti 2 punti l’una dall’altra, con i nerazzurri in ritardo ed i rossoneri pronti ad approfittarne.

In molti parlano di gara sulla carta piuttosto semplice per Lautaro e compagni. Ma l’Empoli vuole fare bella figura a San Siro, come già mostrato in passato. La conferma, per la squadra di Aurelio Andreazzoli, arriva da un giovane calciatore che forse ha anche qualche interesse personale.

Il giovane terzino vuole giocarsela. E pensa anche al mercato

Già ieri la Gazzetta dello Sport aveva interpellato in tal senso uno dei migliori talenti italiani del momento. Un terzino sinistro che con impegno e qualità si è guadagnato un posto da titolare nella difesa dell’Empoli.

Il ragazzo in questione è Fabiano Parisi, 21enne originario della Campania che però è stato notato da giovanissimo dai talent-scout empolesi, che lo hanno strappato alla concorrenza e portato a giocare in una piazza ideale per un giovane prospetto.

parisi
Fabiano Parisi (©LaPresse)

Parisi ha fatto intendere che la sfida di questa sera a San Siro non rappresenterà una gita turistica per la sua squadra, anzi, intende giocarsela alla grande: “Abbiamo dimostrato con mister Andreazzoli di essere una squadra non facile da battere. Abbiamo fatto soffrire l’Inter, battuto la Juve e rimontato Fiorentina e Napoli. Io voglio chiudere alla grande il campionato, magari vendicando a San Siro quell’ultima volta in A contro l’Inter, che all’Empoli costò la retrocessione. Sarebbe un regalo per i nostri tifosi”.

Il terzino classe 2000 si riferisce all’ultima giornata del campionato 2018-2019, quando l’Inter battendo l’Empoli ottenne la qualificazione in Champions League, spedendo di fatto i toscani in Serie B nonostante una grande prestazione. Parisi all’epoca giocava nell’Avellino, ma evidentemente ha sposato la causa empolese sentendo come ‘sua’ quella delusione.

Parole che fanno ben sperare anche il Milan, il quale ovviamente terrà l’attenzione alta sulla partita di questa sera al ‘Meazza’. Lo stesso Parisi è un obiettivo di mercato dei rossoneri, che lo hanno seguito da vicino e lo considerano un talento da non sottovalutare. Magari come prossima alternativa a Theo Hernandez.