Giroud, il movimento è da grande attaccante: corre più di Leao! – VIDEO

In pochi hanno notato il movimento di Olivier Giroud nella rete dell’1-2 in favore del Milan: eppure c’è gente che riesce a criticarlo

Il Milan di ieri è stato incredibile, stratosferico. Una partita che sarebbe potuta finire anche con un passivo più pesante per l’Hellas Verona, che ha approfittato dell’unico momento di sbandamento dei rossoneri per mettere brividi di paura ai tifosi milanisti. Poi però ci hanno pensato Rafael Leao, Sandro Tonali e Alessandro Florenzi. Ma nessuno ha nominato Olivier Giroud, sbagliando.

Il movimento di Giroud in Hellas Verona-Milan
Il movimento di Giroud in Hellas Verona-Milan

In questo articolo vi spieghiamo perché Olivier Giroud ha avuto un ruolo fondamentale nella vittoria del Milan ieri sera al Bentegodi di Verona. E’ vero, ha sbagliato tanto e questo nessuno può metterlo in dubbio. Non è stato preciso nelle sponde e nelle giocate in generale, ultimamente gli sta mancando un po’ di brillantezza sotto porta ma questo non toglie minimamente il fatto che sia un attaccante di caratura mondiale e c’è un momento della partita in particolare che testimonia ciò che noi stiamo affermando.

La partita del bomber francese è durata poco più di un’ora. Al suo posto nel secondo tempo è entrato Ante Rebic, mentre nel finale di gara c’è stato spazio anche per Zlatan Ibrahimovic. Dopo il match la scena se la sono presa interamente Leao, Tonali e Florenzi, autentici mattatori della gara. Nessuno però ha parlato di Giroud che in realtà andava menzionato perché ancora una volta ha dimostrato di saper fare la differenza in area di rigore, quasi senza volerlo. Inoltre la sua condizione atletica è alquanto invidiabile, dato che nell’azione che lo ha reso protagonista della partita e che stiamo menzionando ha fatto uno scatto degno del miglior Usain Bolt.

Nell’azione del gol dell’1-2 il protagonista non è solo Leao: occhio a Giroud!

Al termine di questo articolo vi riproponiamo l’azione che ha portato al gol dell’1-2 in favore del Milan. E’ stata la rete che ha cambiato definitivamente le sorti della partita e che ha permesso alla squadra di gestire la gara per quasi tutto il secondo tempo. Giustamente tutti parlano della ripartenza fulminea di Leao, che in effetti è stato ancora una volta devastante. Giustamente, tutti parlano del senso di posizionamento di Sandro Tonali, che quasi sembrava già sapere dove sarebbe arrivato il pallone del compagno portoghese.

In pochi però, anzi nessuno, ha parlato del movimento di Olivier Giroud. Guardate con gli stessi vostri occhi: il francese, che era tornato in difesa a dare una mano ai compagni, riparte velocissimo addirittura in ritardo rispetto a Leao. Corre, corre fortissimo, si fa ottanta metri in progressione, quasi supera addirittura Rafa e taglia sul primo palo liberando così Tonali. Si è fatto seguire dal difensore dell’Hellas permettendo a Sandro di accomodare il pallone in porta senza alcun tipo di pressione.

Lo ripetiamo: non sarà più brillantissimo, ma con queste giocate dimostra ancora una volta di essere un campione. Semplicemente Olivier Giroud!