L’amico del rossonero lo consacra: “Era un crack già da bambino”

Intervistato dal sito del noto giornalista sportivo Gianluca Di Marzio, il calciatore del Milan è stato elogiato da un suo vecchio amico

E’ un finale pazzo di stagione e per questo motivo c’è bisogno di tutti. Anche di chi fino ad ora ha tentennato un po’, anche di chi è stato lontano dai riflettori. Il Milan ha bisogno del gruppo, della famiglia, quella che ha dimostrato di essere per tutto l’arco di questo campionato. Serve dare più del cento percento per regalare una gioia immensa alla piazza rossonera.

Milan
Milan (©LaPresse)

Ne è consapevole Stefano Pioli così come ne è consapevole ogni singolo elemento di questa squadra. A due giornate dal termine della Serie A non ci si può permettere passi falsi perché tutto è ancora nelle proprie mani. Alla luce di tutto questo i ragazzi del tecnico emiliano si stanno preparando al meglio per sfidare domenica pomeriggio, esattamente alle ore 18, l’Atalanta allo stadio San Siro. L’impianto, per l’occasione, sarà più che sold out: polverizzati più di 75.000 biglietti per spingere i rossoneri alla vittoria.

Servirà la partita perfetta, anche perché i bergamaschi non regaleranno nulla, questo è poco ma sicuro. Anzi, la Dea è alla ricerca di tre punti per continuare a credere nella qualificazione europea. Gasperini si è allenato a porte chiuse, una cosa che non è piaciuta ai tifosi del diavolo ma in realtà si tratta di una cosa abbastanza normale. Altro fattore da tenere sotto controllo è quello relativo ai diffidati: sulla lista ci sono Kalulu, Tomori, Romagnoli e Brahim Diaz. Proprio di quest’ultimo vogliamo parlare adesso.

Brahim aveva cominciato davvero bene questa stagione, poi col passare del tempo si è un po’ spento. Il gol manca da diversi mesi, le prestazioni arrivano a malapena alla sufficienza. E’ un po’ uscito dai radar di Pioli che ultimamente gli preferisce spesso Kessie sulla trequarti. Brahim deve rialzarsi anche perché tutti credono ancora in lui. C’è un amico speciale che ha voluto mandargli un messaggio, si tratta del suo ex compagno di squadra Alejandro Pozo“Ho giocato con Brahim nella nazionale andalusa, avevamo sette anni eppure lui già calciava indistintamente sia col piede destro che con quello sinistro. Già all’epoca era un crack, non è un caso che adesso sia al Milan”.

I due hanno giocato insieme nelle categorie giovanili della Nazionale e adesso Pozo è il terzino sinistro dell’Almeria. Parole di stima che sicuramente faranno piacere a Diaz, con la speranza che queste fungano da spinta in più verso un finale di stagione da protagonista.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)