Ibra saluta San Siro? La situazione non è cambiata

Per Zlatan Ibrahimovic potrebbe essere l’ultima partita a San Siro: il suo futuro resta da scrivere. La priorità è la sfida all’Atalanta e allo Scudetto

Poche ore è andrà in scena Milan-Atalanta. Una partita che vale una stagione. Il sogno Scudetto è lì ad un passo: serve tenere a distanza l’Inter per trionfare. Battere i bergamaschi avvicinerebbe tantissimo la squadra di Stefano Pioli alla vittoria finale.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Testa, cuore e gambe ad un appuntamento da non fallire. Tutti i giocatori pensano solo ed esclusivamente agli uomini di Gian Piero Gasperini. Lo stanno facendo anche quelli che a fine stagione diranno addio, come Franck Kessie. Conquistare il tricolore è l’unica cosa che conta.

Lo sta facendo chiaramente anche Zlatan Ibrahimovic, che ha rimandato ogni discorso relativo al suo futuro al termine della stagione. Ma quella di stasera potrebbe davvero essere la sua ultima partita a San Siro.

Stefano Pioli non ha voglia di pensarci. Ieri in conferenza stampa ha detto di sperare che per Ibra ci siano altri match nel suo stadio.

Incognita Ibra

Oggi, a pochi giorni dalla conclusione del campionato, è ancora impossibile capire quali siano le intenzioni di Ibra. Lo svedese ha una voglia matta di conquistare lo Scudetto e di continuare a dare una mano alla squadra ma il problema al ginocchio non lo lascia lavorare come vorrebbe.

Appare evidente che se i guai fisici non potessero essere gettati alle spalle, la sua avventura a San Siro potrebbe davvero chiudersi stasera. Ma Ibrahimovic ha abituati a sorprenderci: il leader sceglierà in assoluta autonomia ciò che meglio crede. Il Milan gli ha lasciato la porta aperta. Solo dopo si muoverà per prendere un nuovo attaccante. Non ci resta che attendere. Qualsiasi sarà la strada che deciderà di percorrere il campione svedese, lo farà da assoluto protagonista.