Milan, Ibrahimovic ad un bivio: due ipotesi per il futuro

Zlatan Ibrahimovic comunicherà presto al Milan la sua decisione per la prossima stagione. Nel frattempo prende piede un’ipotesi per il futuro…

C’è una grossa incognita sul futuro di Zlatan Ibrahimovic. A quasi 41 anni, il bomber svedese dovrà presto decidere se continuare la sua carriera da giocatore per un altro anno, o arrendersi e appendere al chiodo gli scarpini. Una scelta, quest’ultima, che gli recherebbe parecchia sofferenza, ma che ad una certa età può essere inevitabile.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Zlatan vive per il calcio. Per le sue emozioni e per quell’adrenalina tanto menzionata che lo fa sentire vivo e potente. Ibrahimovic ha compiuto assai probabilmente l’ultimo miracolo della sua carriera prendendo per mano una squadra giovane e conducendola di nuovo ai vertici in poco tempo. Un lavoro collettivo certo, ma c’è tanto di Ibrahimovic nel Milan di oggi.

Lo svedese ha stimolato la testa dei tanti giovani rossoneri, contribuendo alla loro crescita ed espressione del talento. Ha inciso ovviamente anche sul campo, continuando a segnare gol e a far sentire la sua presenza agli avversari. Ma se i problemi fisici lo tormentavano già la scorsa stagione, nell’attuale non lo hanno completamente lasciato in pace. Anzi! Pochissime le presenza di Ibra in questa stagione. Tanti stop lo hanno reclutato fuori dal campo, e adesso il Milan aspetta di conoscere la sua decisone per la prossima stagione.

Ibrahimovic, il ginocchio è ancora dolorante

Come spiegato da La Gazzetta dello Sport, il ginocchio di Zlatan Ibrahimovic continua a fare i capricci. Nell’ultima di campionato, contro l’Atalanta, l’attaccante non ha messo piede sul campo, non giocando neanche 1’ minuto dell’importante sfida. Pioli gli ha preferito Ante Rebic, e sicuramente la scelta è stata dettata dalle condizioni fisiche dello svedese.

La rosea spiega che è difficile pensare ad un nuovo intervento chirurgico. Più facile che Zlatan continui la terapia conservativa. Certo, le sue attuali condizioni non gli permettono di allenarsi al meglio, ma dopo la fine del campionato potrà concentrarsi sulla terapia senza stress o pressioni. Ma Ibrahimovic, nonostante il fastidio, sarà in panchina, a disposizione del suo tecnico, anche domenica prossima contro il Sassuolo.

Nell’ultima gara di campionato che potrebbe sancire il Milan campione d’Italia. Chissà se Ibrahimovic potrà avere spazio in quella gara, e concludere questa stagione al massimo delle aspettative. La cosa certa è che a campionato terminato, l’attaccante dovrà comunicare al club la sua decisione. Continuare per un’altra stagione o fermarsi per sempre. Nella sfida contro l’Atalanta non c’è stato alcun saluto ai tifosi presenti a San Siro. Potrebbe essere un indizio? Nel frattempo, un’ipotesi sta prendendo piede per il futuro di Ibra.

Futuro Ibra: diventare il nuovo Raiola

Secondo il giornalista Nicolò Schira, Zlatan Ibrahimovic ha dinnanzi a sé una strada da percorrere nel caso smettesse di giocare a fine stagione. A marzo ha infatti ricevuto l’offerta di entrare nella scuderia Raiola, con il ruolo di agente sportivo. La dipartita di Mino potrebbe incentivare tale scelta.

Il ruolo di Ibra, spiega Schira, sarebbe quello di agente e frontman dell’agenzia. Un modo per rinforzare la scuderia e respingere gli assalti degli sciacalli. Dopo la morte di Raiola, infatti, sono stati diversi gli agenti sportivi che hanno tentato di mettere le mani sui gioielli dell’agenzia. La figura di Ibrahimovic potrebbe fornire linfa forte e nuova.

Si contano i giorni per conoscere quello che sarà il futuro prossimo di Re Zlatan!