Milan, non solo Milanello: possibile novità per il ritiro estivo

Dall’estero arrivano indiscrezioni sul fatto che la preparazione estiva del Milan potrebbe essere svolta, almeno in parte, non a Milanello.

La squadra di Stefano Pioli in questo momento è concentrata sul finire al meglio il campionato. Domenica potrebbe esserci la conquista dello Scudetto, basterebbe un pareggio in trasferta contro il Sassuolo, ma l’obiettivo è comunque vincere.

Stefano Pioli
Stefano Pioli a Milanello (©LaPresse)

Finita questa Serie A 2021/2022, si parlerà di futuro e di programmazione della prossima stagione. Considerando che tra novembre e dicembre ci sarà il Mondiale in Qatar, i campionati dovranno partire con anticipo e ci sarà un calendario denso di impegni prima dell’inizio della competizione che non vedrà l’Italia tra le protagoniste.

Anche le preparazioni estive delle squadre inizieranno un po’ prima. Per quanto concerne il Milan, è sicuro che il raduno avverrà a Milanello e che il lavoro agli ordini di mister Stefano Pioli comincerà presso lo storico centro sportivo situato a Carnago, in provincia di Varese. Ormai è una tradizione consolidata da tanti anni.

Ma nel 2022 potrebbe esserci una novità. Dall’Austria il sito web 5min.at fa sapere che il Milan dal 23 al 30 luglio dovrebbe essere in ritiro a Villach, città della Carizia vicina al confine con l’Italia. Nella stessa regione, ma a Klagenfurt, i rossoneri nella scorsa estate avevano affrontato in amichevole il Real Madrid di Carlo Ancelotti.

Si attendono conferme in merito a questa indiscrezione. Il Milan potrebbe scegliere di fare come altre squadre, che per prepararsi in vista della nuova stagione vanno a lavorare in montagna con un clima un po’ più favorevole per lavorare. Dovesse essere confermato il ritiro a Villach, è probabile che i rossoneri svolgano anche almeno un match amichevole in Austria. Da vedere, nel caso, chi sarà l’avversario da affrontare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)