Milan, Kessie non ci ripensa: “È il mio saluto speciale”

Anche Franck Kessie ha messo il timbro sul successo decisivo del Milan e sullo Scudetto 2021-2022. Ma il suo futuro è segnato.

Una stagione strana, quasi paradossale quella di Franck Kessie. Il centrocampista del Milan ha letteralmente fatto impazzire ieri i suoi tifosi, segnando il 3-0 sul Sassuolo, il gol che in qualche modo ha fatto capire a tutti che lo Scudetto sarebbe stato rossonero.

Kessie
Franck Kessie (©LaPresse)

Il centrocampista infatti è sempre stato combattuto. Da un lato un rinnovo di contratto con il Milan che stentava ad arrivare, scatenando le ire dell’ambiente e di coloro che lo hanno sempre sostenuto. Dall’altro la professionalità e la voglia di andare fino in fondo in questa stagione, regalandosi la più grande delle gioie.

Alla fine la stagione di Kessie resta comunque eccellente. Per numeri è meno esaltante di quella scorsa, ma l’ivoriano chiude con 6 reti in 31 partite, prestazioni in crescendo ed il gol di ieri al Mapei Stadium che resterà una perla per molti anni.

Addio al Milan già ieri, la Liga lo aspetta

C’è chi nella giornata gloriosa di ieri ha visto un Kessie visibilmente felice ed emozionato, dunque ha sperato che il calciatore africano cambiasse idea. Ritornasse dunque sui suoi passi, cancellando tutte le incomprensioni sul rinnovo mancato con il Milan.

L’attaccamento a Kessie alla maglia rossonera è encomiabile, senza dubbio. Ma il classe ’96 ha già preso la sua decisione da tempo: quella di ieri a Sassuolo è stata l’ultima straordinaria impresa di Kessie con la maglia numero 79 del Milan indosso.

Lo ha ammesso anche lui, durante i festeggiamenti dello Scudetto, ai microfoni di Sky Sport come gesto di saluto per i tifosi: “Sono felicissimo, questo è il primo trofeo che vinco, qualcosa di molto importante. Un saluto speciale al Milan, è bello raggiungere questo traguardo finalmente, dopo 8 anni in Italia”.

Non poteva essere più bello il commiato di Kessie alla squadra per la quale ha giocato cinque stagioni, dal 2017 fino ad oggi. 233 presenze ufficiali e ben 37 reti all’attivo. Il suo futuro è già scritto: Franck ha già un accordo informale con il Barcellona, squadra che lo ha convinto a lasciare definitivamente il Milan a costo zero, con un ingaggio da sogno.

Nessun colpo di scena dunque nel futuro del centrocampista nativo di Ouragahio, il cosiddetto ‘Presidente‘ che tante volte ha scatenato gli entusiasmi della gente milanista. Ma dare l’addio così, segnando e vincendo, lo renderà immortale per il Milan per moltissimi anni.