Kessie, il futuro è già scritto: in Spagna però c’è un problema

Ancora un mese e poi Franck Kessie ufficialmente non sarà più un giocatore del Milan. Lascerà i rossoneri a parametro zero dopo cinque anni

Nessuna chance di vedere Kessie vestire ancora la maglia del Milan nella prossima stagione. La cosa era ormai certa da diverso tempo, ma è stato lui stesso a confermare ciò subito dopo la vittoria dello Scudetto conseguita a Reggio Emilia. Per lui il futuro sembra già scritto, anche se non mancano alcuni problemi che potrebbero ingarbugliare la trattativa con il suo prossimo club.

Franck Kessie
Franck Kessie (©LaPresse)

La storia di Kessie con il Milan è stata molto intensa. Arrivato come scommessa, se ne va come assoluta certezza. Un po’ di fatica ad imporsi inizialmente con Montella e Gattuso, ha avuto l’exploit definitivo con Stefano Pioli in panchina che è letteralmente riuscito a trasformarlo. Mediano, mezzala, trequartista. Un vero e proprio jolly del centrocampo, capace di adattarsi a più moduli di gioco. Insomma, è diventato un giocatore completo.

L’ultima parte di avventura al Milan è stata ovviamente ingarbugliata a causa di questa situazione contrattuale che non è piaciuta al popolo rossonero. Però, come detto da lui stesso, se ne va da vincitore e infatti nella premiazione di Reggio Emilia sono scomparsi i fischi, lasciando spazio soltanto ad un lungo applauso. Il suo futuro pare destinato ad essere all’estero. Nei precedenti mesi si è parlato molto dell’Inghilterra e della Premier League, ma adesso pare fatta in Spagna.

Kessie-Barcellona, matrimonio già fatto? No, anzi…

Il Barcellona ha già un accordo con l’entourage del giocatore. L’intenzione dei blaugrana è quella di far diventare Kessie il nuovo Sergio Busquets. Paragone azzardato, anche perché si tratta di due calciatori con caratteristiche diverse. Fatto sta che comunque Franck è ancora giovane e può essere molto importante nel futuro del Barça.

Molti danno l’affare già fatto e scontato, con ufficialità a partire dal primo luglio, data che coincide con l’apertura del calciomercato e con la scadenza del contratto con il Milan. In realtà non è fatta per niente. Come riportato dal quotidiano spagnolo sport.es, il Barcellona deve prima risolvere la grana riguardante il salary cupSi tratta di una imposizione della Liga Spagnola che non permette ai club di sforare il monte ingaggi, cosa che invece i blaugrana hanno fatto. Non ci sarebbero nemmeno i fondi per poter acquistare nuovi giocatori.

Basta pensare che il franco ivoriano non è l’unico a trovarsi in questa situazione, ma c’è lo stesso problema per il difensore Christensen del Chelsea. Si è parlato inoltre dell’interessamento per Lewandowski, ma a queste condizioni non ci sarebbe alcuna possibilità. Dunque resta tutto in stand-by, Kessie ovviamente predilige il Barcellona ma l’affare è tutto fuorché definito.