Leao, il Milan insiste: rilancio shock per il rinnovo!

Le ultime notizie sul rinnovo di Rafael Leao, attaccante decisivo nella corsa Scudetto del Milan ma ora da blindare con un nuovo accordo.

Tra poche ore il Milan diventerà ufficialmente di proprietà del fondo RedBird Capital. Ma i futuri gestori hanno già fatto intendere la loro linea: nessuna rivoluzione in vista.

Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Vale a dire che il fondo statunitense sposerà la continuità piuttosto che la rivoluzione. Dunque le prime mosse sul piano tecnico saranno quelle di confermare coloro che hanno trascinato il Milan verso lo Scudetto 2021-2022. I primi ad essere blindati saranno Maldini e Massara, i due dirigenti operativi.

Poi cominceranno le trattative serrate per allungare ed adeguare il contratto di uno degli uomini decisivi per la vittoria del titolo. Rafael Leao, l’attaccante più letale del Milan nell’ultima stagione, anche in fatto di assist. Il vero top-player della squadra, come incensato persino da Ibrahimovic.

Richiesta alta di Mendes, ma il Milan ha la soluzione giusta

Leao è dunque una priorità assoluta. Un giocatore così, giovane e forte, non si può certo perdere. Sarebbe una pessima presentazione per il fondo RedBird nella prima sessione di mercato da loro gestita. Dunque via a nuovi contatti con Jorge Mendes, il celebre e ricchissimo agente del portoghese.

Jorge Mendes
Jorge Mendes (©LaPresse)

Come riportato dal cronista Nicolò Schira, l’entourage di Leao non è rimasto soddisfatto dalla prima offerta del Milan per blindare l’attaccante classe ’99. Inizialmente il club aveva messo sul piatto 4,5 milioni netti a stagione fino al giugno 2026. Vista la crescita esponenziale del calciatore, Mendes sparerà alto.

Pare che il noto procuratore abbia chiesto almeno 7 milioni netti di stipendio per Leao. Un investimento importante per trattenere l’attaccante, ma il Milan non sembra andare così lontano: l’intenzione è quella di rilanciare proponendo 6 milioni netti per Leao, così da avvicinarsi molto alle esose richieste del suo agente.

 

A parte Ibrahimovic, che il 30 giugno vedrà scadere il suo contratto e lo rinnoverà a cifre ben più basse, al momento nessuno nel Milan percepisce una cifra simile. Una somma che persino Franck Kessie rifiutò pur di volare a Barcellona. Con l’ok della nuova proprietà RedBird il Milan si spingerà dunque oltre i 6 milioni netti (bonus compresi) per non rischiare di dover vendere al miglior offerente il suo calciatore di maggior qualità.