Gattuso, tifosi del Valencia in rivolta: non lo vogliono | Il motivo

Non è ancora l’allenatore del Valencia, ma diversi tifosi hanno già manifestato contrarietà all’arrivo di Gattuso: c’è una ragione precisa.

Salvo colpi di scena, Gennaro Gattuso dovrebbe sedere sulla panchina del Valencia nella prossima stagione. I colloqui avuti con il proprietario Peter Lim e la dirigenza sono stati positivi, è tutto pronto per la firma del contratto e l’annuncio ufficiale.

Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Ansa Foto)

Nonostante la trattativa si sia conclusa con buon esito, ci sono numerosi tifosi della squadra spagnola che sono contrari all’ingaggio dell’allenatore calabrese. A farli scatenare è stato l’ex presidente Miguel Zorio, che ha ha ricordato di vecchi commenti “contro donne, omosessuali e giocatori di colore” da parte di Gattuso.

Il riferimento è a tre precise dichiarazioni rilasciate in momenti diversi.

  • Nel 2008 prima di una partita tra Italia e Spagna disse quanto segue sui matrimoni omosessuali: “Il matrimonio dovrebbe essere tra uomo e donna, quello omosessuale per me è strano. Ma ognuno fa quello che vuole“.
  • Nel 2013 dopo i fischi razzisti che portarono Kevin Prince Boateng a lasciare il campo dichiarò: “Quante volte i bianchi sono fischiati? A me è successo, ma non gli do importanza“.
  • Sempre nel 2013 aveva così commentato il fatto che Barbara Berlusconi fosse nella dirigenza del Milan: “Non riesco proprio a vedere le donne nel calcio. Non mi piace dirlo, ma è così”.

Queste parole avevano già fatto saltare il suo passaggio al Tottenham, i cui tifosi si erano ribellati. Adesso sono i supporter del Valencia a schierarsi contro l’arrivo dell’ex allenatore di Milan e Napoli. Sui social network sono stati lanciati gli hashtag #NoAGattuso e #NoToGattuso. Vedremo se il club spagnolo si farà condizionare oppure se punterà a tutti gli effetti su Rino per la panchina.

Zorio ha messo in risalto anche il fatto che Gattuso ha una “malattia cronica e degenerativa, incurabile e che peggiora con lo stress della sua professione“. Il riferimento è la miastenia oculare di cui soffre il tecnico calabrese da oltre dieci anni.

A Valencia non piace neanche il fatto che che l’ex centrocampista del Milan sia legato a Jorge Mendes, agente che ha fatto diverse operazioni di calciomercato con il patron Lim in questi anni. Il rapporto col procuratore portoghese aveva creato problemi anche con la Fiorentina, altra squadra che doveva allenare e che poi non ha allenato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)