Donnarumma, l’errore è clamoroso: Werner ringrazia – VIDEO

Prestazione indecorosa dell’Italia che si fa sbeffeggiare dalla Germania. Tra i protagonisti in negativo c’è senz’altro Gianluigi Donnarumma

Serata nera per l‘Italia di Roberto Mancini, che non vede l’ora che arrivi il triplice fischio della sfida con la Germania. Passivo pesantissimo e tanta vergogna provata dai numerosi tifosi italiani presenti nello stadio tedesco questa sera. Ancora una volta Gianluigi Donnarumma protagonista in negativo, una stagione tutt’altro che buona la sua.

L'errore di Donnarumma contro la Germania
L’errore di Donnarumma contro la Germania

Male, malissimo sul primo gol, quando si fa passare la palla sotto le gambe. La posizione era sì ravvicinata, ma in quel caso un portiere deve restare fermo e non partire prima. Non ha fatto questo Gianluigi Donnarumma, ex portiere del Milan, che non riesce nemmeno nell’ultima partita dell’annata calcistica a dare una svolta positiva a questa sua stagione.

Ma non basta l’errore sul primo gol, perché l’estremo difensore del Paris Saint-Germain, spesso e volentieri in panchina soprattutto in campionato, ha commesso una gravissima ingenuità nel gol che ha difatti regalato il quinto gol ai tedeschi padroni di casa. E non è la prima volta per lui.

Tanta, troppa superficialità da parte di Donnarumma, convinto forse davvero di essere uno dei migliori portieri più forti del mondo. Ma dobbiamo essere onesti e ammettere che questa sera un certo Manuel Neuer gli ha dato una lezione. Ed è un po’ quello che ha fatto anche Mike Maignan durante tutto l’arco della stagione.

Che brutto errore di Donnarumma: ancora molto superficiale

Errore di superficialità, non troviamo altri sinonimi. Donnarumma aveva a disposizione sulla sua sinistra Bastoni, completamente libero. Chissà però cosa gli è passato per la testa, ma ha deciso di aspettare il pressing degli avversari per poi perdere palla. Inevitabile il gol facile facile dei tedeschi, altra figuraccia per il portiere italiano.

Ha fatto un errore simile in Champions League contro il Real Madrid, una giocata sbagliata che costò alla sua squadra l’eliminazione dalla competizione. A quanto pare il buon Gigio non ha ancora imparato la lezione e ha contribuito pesantemente all’ennesima figuraccia dell’Italia, ma a questo punto anche personale.