CdA Milan, fra Elliott e RedBird: ecco come sarà composto

Aggiornamenti importanti sul cambio di proprietà del Milan. Calcio e Finanza ha anticipato il modo in cui si evolverà il Cda del club rossonero…

Il Milan di oggi è sempre più americano! Con il passaggio di proprietà da Elliott a RedBird, e il primo che rimarrà socio di minoranza, il club rossonero si è ricoperto di stelle e strisce. Due fondi americani al controllo, con quote diverse ovviamente. Il signing è avvenuto tre settimane fa, e adesso si attende il closing per formalizzare totalmente l’operazione.

RedBird Elliott
RedBird Elliott

Ci vorranno circa due mesetti prima che ogni questione burocratica all’interno della società venga risolta. La cosa certa è che quella tra Elliott e RedBird sarà una partnership vera e propria. Successivamente al signing, diverse notizie hanno confuso le idee agli appassionati, soprattutto quelle riguardanti il famigerato prestito che Singer dovrà concedere a Cardinale.

Calcio e Finanza ha dato dei chiari aggiornamenti in merito. Il noto portale specializzato in economia ha spiegato che Elliott ha agevolato la cessione a RedBird attraverso un vender loan, “prestito concesso dal venditore nei confronti dell’acquirente – spiega C&F – una prassi non infrequente nel mondo della finanza nelle operazioni di acquisizioni di società. E nel caso specifico, il finanziamento si dovrebbe aggirare tra i 200 e i 300 milioni di euro”.

In sostanza, si tratta di una dilazione di pagamento su una parte della cifra concordata per l’acquisto del club e che Elliott ha concesso RedBird. “Il tasso di interesse a cui questo vendor loan verrà concesso dovrebbe essere pari a circa il 6/7%” ha continuato Calcio e Finanza.

Ma andiamo ad un’altra questione, ovvero quella facente riferimento al nuovo Consiglio d’Amministrazione del Milan con Gerry Cardinale al comando.

Milan, il nuovo Cda a maggioranza RedBird

Nella mattinata di oggi, L’Equipe aveva lanciato alcune presunte anticipazioni sulla nuova struttura societaria dell’AC Milan, sottolineando che il nuovo Cda prevedesse la permanenza di quattro consiglieri di Singer e l’entrata di cinque di Gerry Cardinale. In realtà, secondo notizie apprese direttamente dal portale Calcio e Finanzia, saranno solamente due i consiglieri di Elliott a confermarsi nel Consiglio d’amministrazione, mentre Red Bird porterà sette nuove figure.

Ad oggi, non sappiamo se realmente le cose andranno in questo verso. Soltanto i prossimi mesi potranno dirci in che modo si evolverà la società AC Milan. Sempre L’Equipe aveva riportato che il Tolosa (club di Ligue 1 di cui RedBird possiede la maggioranza delle quote) fungesse da garanzia per i prestiti che Elliott avrebbe conceduto a Cardinale. Calcio e Finanza esclude totalmente tale congettura, evidenziando come “il Tolosa non sarà assolutamente messo a garanzia sui prestiti che la società di Cardinale otterrà dal fondo statunitense”.