Riscatto Florenzi, le cifre dell’affare: non solo lo sconto

Manca soltanto l’annuncio ufficiale per il colpo in entrata del Milan, che in realtà riguarda un calciatore già presente in rosa.

La notizia era già nell’aria da tempo, anche perché si tratta di un’operazione fatta su precisa richiesta del tecnico Stefano Pioli. Ed a prescindere dal futuro del club rossonero si chiuderà a breve.

florenzi
Alessandro Florenzi (©LaPresse)

Manca ormai solo l’ufficialità, poi Alessandro Florenzi sarà del tutto un calciatore del Milan. Lo è stato già nell’ultima trionfale stagione, in cui ha giocato in rossonero con la maglia numero 25 sulle spalle risultando utile sia come titolare che come alternativa a gara in corsa.

Florenzi ad agosto scorso era stato ingaggiato con la formula del prestito oneroso (circa 1 milione di euro) più diritto di riscatto fissato inizialmente a 4,5 milioni. Ma nelle ultime settimane Milan e Roma, attuale proprietaria del suo cartellino, hanno ridiscusso le cifre e le modalità del trasferimento a titolo definitivo.

Le reali cifre dell’operazione riscatto di Florenzi

Da giorni ormai si parla di accordo raggiunto tra Milan e Roma. Il club campione d’Italia come detto ha voluto trattenere Florenzi visto il feeling con i compagni, il tecnico e tutto il resto dell’ambiente. I capitolini invece non lo considerano più utile alla causa e non avevano alcuna intenzione di vederselo recapitare a Trigoria.

Per questo motivo il Milan è riuscito a chiudere per il riscatto a titolo definitivo di Florenzi con un forte sconto. Oggi l’edizione de Il Tempo, in particolare il giornalista romano Filippo Biafora, ha svelato le reali cifre dell’operazione in favore della squadra di Pioli.

Il Milan spenderà 2 milioni di euro più 500 milla euro di bonus facilmente raggiungibili. Uno sconto enorme, visto che i rossoneri spenderanno circa la metà di quanto inizialmente previsto per trattenere il terzino classe ’91, ancora nel giro della Nazionale e pronto a dare una mano nella stagione che verrà.

 

Florenzi nella stagione 2021-2022 ha disputato 30 gare ufficiali tra campionato e coppe, realizzando due reti in Serie A contro Empoli e Verona. Sarà anche l’anno prossimo l’alternativa a Davide Calabria come terzino destro, ma all’occorrenza potrebbe essere utilizzato anche sulla fascia mancina e come esterno più offensivo.