“Assente perché in trattativa con il Milan”, l’annuncio improvviso

Arriva una notizia, quasi un annuncio ufficioso, sul destino del calciatore belga che è ormai sempre più vicino ai rossoneri.

Il Milan da qualche settimana ha gli occhi puntati sul Belgio. In particolare su un club della Jupiler Pro League che vanta diversi talenti interessanti nelle proprie fila.

Massara Maldini
Frederic Massara e Paolo Maldini (©LaPresse)

Qualche anno fa il Milan ha già pescato dal campionato belga l’allora giovanissimo Alexis Saelemaekers, divenuto poi una parte integrante della formazione di mister Pioli. Ma ora è tempo di un altro innesto dallo stesso paese.

Il Milan è sempre più forte sulle tracce di Charles de Ketelaere. Il fantasista belga classe 2001 piace molto alla squadra di Pioli ed è stato indicato come il trequartista ideale in vista del prossimo futuro. Ma c’è da convincere il Club Bruges a cederlo a cifre non folli.

De Ketelaere fuori dall’amichevole: dal Belgio sono sicuri

De Ketelaere è dato sempre più vicino al Milan, anche se il club rossonero ha determinate questioni da risolvere prima di affondare il colpo. In primis trovare l’accordo con il Bruges che ha inizialmente chiesto ben 40 milioni per il cartellino del classe 2001.

Ma dalla stampa belga arriva un annuncio odierno ed improvviso: “De Ketelaere assente dall’amichevole perché sempre più prossimo a finire al Milan“. Una dichiarazioni che arriva su più siti web del paese fiammingo dopo l’ultima novità odierna.

Le informazioni si riferiscono all’amichevole giocata oggi dal Bruges contro il Copenaghen, per la cronaca vinta dai danesi 4-2 ai tempi supplementari. De Ketelaere è partito dalla panchina e durante il match non è mai entrato in campo, restando fuori per motivi non ben precisati dal club.

de ketelaere
Charles de Ketelaere (Ansa Foto)

Un indizio che, secondo i giornalisti belgi, avvicina sempre più De Ketelaere al Milan. Il fantasista sarebbe potuto entrare a gara in corso al posto dell’acciaccato Audoor, schierato da trequartista in amichevole, invece il tecnico Carl Hoefkens ha preferito fare altre scelte e ‘risparmiare’ il classe 2001.

Effettivamente l’esclusione senza precise ragioni di CDK dal match di oggi è particolare ed imprevista. I dirigenti del Milan sperano in un segnale positivo, magari in vista dei prossimi decisivi colloqui tra le parti per sbloccare definitivamente la situazione.