Milan, com’è andato il debutto di Adli: ruolo e giocate

Com’è andato l’esordio di Yacine Adli con la maglia del Milan, in campo dal primo minuto contro il Lemine Almenno.

Il Milan è sceso in campo oggi nella prima amichevole della stagione. Poco più di una sgambata contro il Lemine Almenno, piccolo club dell’eccellenza lombarda.

adli
Yacine Adli (acmilan.com)

Poche le indicazioni che Stefano Pioli ha potuto trarre, visto che si è trattato di un match diviso in tre mini-tempi da 20′ ciascuno, per lo più con una squadra ancora molto rimaneggiata (i nazionali arriveranno solo domani) e imbottita di giovani del vivaio.

Ma la curiosità maggiore si è posta su uno dei pochi volti nuovi del Milan. Ovvero Yacine Adli, il centrocampista franco-algerino che è sbarcato dal Bordeaux, dopo essere già stato acquistato in anticipo un anno fa per 8 milioni di euro. Il francese è sceso in campo da titolare e la sua partita è durata poco più di 20′.

Com’è andato l’esordio di Adli: il ruolo

Subito è saltato all’occhio il ruolo occupato da Adli, visto che lui stesso si è definito un centrocampista capace di giocare in tutti i ruoli: davanti alla difesa o ridosso degli attaccanti. E, perché no, anche da esterno. Pioli, che per esigenza ha lanciato una sorta di 4-3-3, lo ha schierato come mezzala di centrocampo a sinistra, quello che sembra il suo ruolo naturale. Ha condiviso il centrocampo con Bakayoko, schierato in posizione centrale, e con Pobega, mezzala a destra.

Subito in mostra le spiccate doti offensive di Adli. Il classe 2000, per caratteristiche e per fisicità, ama portar palla ma anche muoversi molto tra le linee. L’impressione, nei primi 30 minuti in rossonero, è quella di un calciatore molto tecnico che tende ad allargarsi più sull’out di sinistra per venire dentro al calcio e giocare con il destro, ma si è anche scambiato spesso la posizione con Brahim Diaz. Impossibile giudicarlo in fase di non possesso visto che, come prevedibile, il Milan ha fatto la partita dall’inizio alla fine e ha subito pochissimo.

Adli, assist e altre giocate

Adli è un destro naturale e quindi, partendo da sinistra, cerca costantemente la zona centrale del campo. Ha anche provato la via della rete da fuori area ma senza successo. Eppure non ha smentito la nomea di assist-man che si porta dalla Francia. In questa primissima sgambata amichevole ha messo a segno un assist e mezzo: suo il corner da cui nasce la rete di Gabbia, ma soprattutto l’appoggio diretto a Messias per il primo gol al Lemine Almenno. Impossibile giudicare a 360° Yacine Adli dopo questa sorta di allenamento casalingo. Le cose che saltano all’occhio in sintesi sono le seguenti: qualità tecniche naturali, propensione a giocare da mezzala sinistra offensiva e ottima visione di gioco nell’atto di fornire assist decisivi.