Bakayoko, la Polizia chiarisce: “Perquisizione coerente con tipologia di allarme”

Il commento della Polizia locale di Milano dopo il video già virale della perquisizione piuttosto feroce e accanita a Tiemoué Bakayoko.

In mattinata è diventato letteralmente virale un video riguardante un calciatore del Milan attuale, vittima probabilmente di uno scambio di persona nel bel mezzo di Milano.

pioli bakayoko
Pioli e Bakayoko (©Ansa Foto)

Stiamo parlando di Tiemoué Bakayoko e del video della sua perquisizione in piena città. Una scena davvero critica, che vede alcuni agenti della Polizia locale fermare l’auto del centrocampista francese e perquisirlo in maniera aggressiva, con tanto di pistole puntate verso la vettura ed il calciatore bloccato e controllato.

Le immagini sono quasi scioccanti, vista la situazione immeritata in cui era finito il povero Bakayoko. Il mediano ex Napoli e Monaco è stato poi successivamente riconosciuto da uno degli agenti e dunque lasciato andare con le scuse delle forze dell’ordine.

La Polizia di Milano ha spiegato i motivi della perquisizione

Come riferito dall’agenzia di stampa Reuters, le immagini del video sono state pubblicate solo oggi, ma pare riguardassero un fatto avvenuto ben due settimane fa circa a Milano.

Inoltre sono arrivate le dichiarazioni ufficiali della Polizia di Milano, che ha voluto spiegare i motivi dell’intervento, giustificando un’azione così fisica e pronta: “La perquisizione è avvenuta in un contesto operativo che ha giustificato l’adozione delle più alte misure di sicurezza. Il tutto è stato svolto in maniera assolutamente coerente con la tipologia di allarme in atto. Una volta individuata la persona e accertato che non era coinvolta, il servizio è stato ripreso senza alcun tipo di osservazione da parte dell’interessato”.

Perquisizione di Bakayoko (©Ansa Foto)

Molte le critiche sui social nei confronti degli agenti, soprattutto per i modi bruschi. Ma la i canali ufficiali della Polizia hanno fatto intendere di aver agito con le migliori intenzioni, in un’azione necessaria e critica. Infatti in zona era appena stata avvertita una sparatoria ed uno dei soggetti ricercati aveva fattezze e carnagione simili a quella di Bakayoko.

Una brutta ma breve disavventura per il classe ’94 del Milan, che resta al centro delle cronache di mercato. Bakayoko è forse di troppo nella rosa di mister Pioli e potrebbe anche lasciare l’Italia. Su di lui si registra l’interesse di Marsiglia e Valencia, anche se prima va risolto il prestito con il Chelsea.