Nesta come non l’avete mai visto: nuova avventura, ma non in panchina

L’ex difensore rossonero accantona i panni dell’allenatore ed è pronto ad una nuova esperienza: insieme a lui anche un altro ex campione della Serie A

Dopo la strepitosa carriera con Lazio e soprattutto Milan, ma anche in Nazionale, Alessandro Nesta si era tuffato nella carriera da allenatore per proseguire la sua avventura nel mondo del calcio.

Alessandro Nesta
Alessandro Nesta (©LaPresse Foto)

L’ex difensore era partita dall’America, prima come consulente del Montreal Impact, per poi passare sulla panchina del Miami Fc. Nel 2018 poi il ritorno in Italia, e in Serie B, per guidare il Perugia. Dopodiché due anni sulla panchina del Frosinone, senza però riuscire a portare i ciociari nella massima serie. Ora però per il suo futuro c’è tutt’altro.

La notizia è arrivata infatti da poco: lui e Ezequiel Lavezzi sono i due volti nuovi della squadra di commento di Amazon Prime Video. In occasione della presentazione della nuova stagione da parte della piattaforma streaming di Amazon sono state annunciate diverse novità. Tra queste c’è anche quella dell’ingresso nel gruppo degli esperti al commento dei due ex campioni della Serie A.

Ricordiamo che, proprio come nella scorsa stagione, anche per quella del 2022-23 Amazon Prime Video trasmetterà in diretta e in esclusiva la miglior partita del mercoledì della Champions League. Saranno quindi 17 le partite della massima competizione europea trasmesse quest’anno dal colosso statunitense. Nesta e Lavezzi si aggiungono quindi al già folto gruppo di ex campioni che commenteranno sulla piattaforma, tra cui Clarence Seedorf, Julio Cesar, Massimo Ambrosini, Patrice Evra e tanti altri.

Nesta sul Milan: “La dirigenza ha ridato un’identità”

Nesta ha tra l’altro rilasciato un’intervista oggi alla Gazzetta dello Sport, nella quale ha anche parlato del suo Milan: “Ogni gruppo ha le sue dinamiche, ma credo si sia ricreata una famiglia con Pioli, Maldini e Massara, che hanno rimesso insieme un ambiente slegato. Questa è oggi la grande forza del Milan, questa dirigenza ha ridato al Milan un’identità”.

Un commento anche sul rinnovo di Ibrahimovic: “E’ una presenza pesante e positiva sia tecnicamente sia nello spogliatoio. E’ giusto che abbia rinnovato, fa capire quanto il club sia riconoscente ai giocatore che hanno dato tanto”.