Milan, è sempre più difficile: ci provano ancora

Un giocatore che piace molto al Milan, in orbita rossonera da tempo, potrebbe avvicinarsi al club prestigioso di Premier League.

Il mercato in entrata del Milan non può ancora essere dichiarato concluso. Sul taccuino della spesa di Paolo Maldini e Ricky Massara vi sono ancora alcuni colpi da definire.

Pioli, Massara e Maldini
Stefano Pioli, Ricky Massara e Paolo Maldini (©LaPresse)

I dirigenti sanno che a mister Stefano Pioli servirebbero almeno altri due tasselli. Come un difensore centrale, possibilmente di piede mancino, ed un mediano che sostituisca a tutti gli effetti Franck Kessie, volato via a costo zero.

Ma oltre a questi due obiettivi dichiarati, il Milan non stenta a guardarsi attorno, nel reperire varie occasioni di mercato di fine agosto. Una di queste resta un desiderio nel cassetto difficile da realizzare, ma tutt’altro che impossibile.

Il sogno del Milan rischia di infrangersi: c’è il Manchester United

La speranza del club e dei tifosi del Milan è quella di concludere la sessione estiva di mercato 2022 con un colpo a sorpresa, un giocatore che doni maggiore imprevedibilità e qualità alla rosa.

Il profilo ideale resta quello di Hakim Ziyech, fantasista esterno del Chelsea. Un profilo che il Milan segue da tempo, ma che appare sempre complicato da ingaggiare per due motivi. Le resistenze del club inglese a cederlo in prestito e l’elevato ingaggio percepito: il marocchino ad oggi guadagna infatti 5,2 milioni di sterline annue.

Hakim Ziyech
Hakim Ziyech (©Ansa Foto)

Non è impossibile trovare un accordo, come dimostra ad esempio l’affare Wijnaldum-Roma, ovvero un calciatore di spessore internazionale passato dal ricco PSG ad un club molto meno agiato economicamente tramite una formula conveniente per tutti.

Ma il problema è che la pista Ziyech rischia di allontanarsi definitivamente. Come sostiene oggi l’Evening Standard, starebbe tornando a farsi sotto il Manchester United. Il club di Premier League potrebbe fare sul serio per il classe ’93, per un motivo specifico: è un pupillo del suo ex allenatore Erik ten Hag, attuale manager dei Red Devils.

Proprio Ten Hag ha letteralmente fatto esplodere Ziyech nell’Ajax di qualche anno fa, come astro nascente e giocatore di qualità ed imprevedibilità. Non sarebbe male per il tecnico olandese riavere il suo gioiello a Manchester, magari al posto dello scontento Cristiano Ronaldo.

Per il Milan a questo punto il profilo di Ziyech rischia di diventare una chimera. Difficile fronteggiare le capacità di investimento dei club britannici, soprattutto se si parla di un top team come lo United. Maldini continua ad osservare da lontano e sperare che a fine agosto la situazione del marocchino sia ancora da decifrare.