Milan, Rebic decisivo: torna al gol in gare ufficiali dopo 6 mesi!

Grande prestazione e grande debutto per Ante Rebic, che ha realizzato una doppietta decisiva contro l’Udinese: ecco da quando non segnava.

Il match-winner della prima giornata di Serie A è senza dubbio lui. Ante Rebic, schierato come prima punta di movimento dal Milan contro l’Udinese per il debutto stagionale.

rebic
Ante Rebic esulta (©LaPresse)

Il croato ha sfruttato pesantemente l’assenza dal 1′ minuto di Olivier Giroud al centro dell’attacco. Una prova concreta, brillante, piena di movimenti azzeccati da parte del classe ’93.

Non a caso Rebic ha messo a segno una doppietta determinante per i primi 3 punti stagionali del Milan. Sue le reti del momentaneo 2-1, con una deviazione al volo su cross di Calabria, e quello del 4-2 definitivo con un sinistro in spaccata a chiudere un’azione insistita, quasi rugbystica.

Rebic, l’ultimo sigillo in Serie A contro la Salernitana

I tifosi del Milan sono rimasti piacevolmente colpiti dalla prestazione di Rebic. Infatti il croato, nonostante sia ormai un punto fermo della rosa di Pioli (vi gioca dal 2019) non riusciva a impressionare il suo pubblico da troppo tempo.

L’ultimo gol ufficiale in carriera di Rebic risaliva infatti a quasi 6 mesi fa. Ovvero il 19 febbraio 2022, quando una sua botta dalla distanza evitò al Milan la sconfitta sul campo della Salernitana, blindando il risultato sul 2-2. Esattamente dopo 175 giorni dall’ultima volta il croato è tornato a pungere in campionato.

L’ultima doppietta in Serie A Rebic l’aveva invece segnata nella gloriosa stagione 2020-2021, con il croato autore di due reti contro il Crotone nel successo interno per 4-0. Mentre nel maggio 2021 arrivò addirittura una tripletta dell’ex Fiorentina nel roboante 7-0 imposto sul campo del Torino.

Un cambiamento importante quello di Rebic, che nella scorsa stagione è riuscito a lasciare il segno con soli 3 gol ufficiali. Due in campionato (a Juve e Salernitana) ed uno in Champions League contro il Liverpool. Oggi è già giunto a quota due reti, un bel passo in avanti.

Senza i numerosi infortuni e stop muscolari subiti nella stagione passata, Rebic può tornare ad essere il rinforzo interno che serve al Milan. Un attaccante non certo d’area di rigore, ma dinamico, mobile e dalle ottime qualità tecniche. Utilissimo quando la squadra di Pioli vuole sorprendere le difese avversarie con un gioco più costruito.