Milan, frase motivazionale a San Siro: è un’iniziativa di Pioli

Pioli ha fatto mettere nel tunnel di San Siro una frase motivazionale. In questo modo i calciatori la leggeranno prima di scendere in campo.

Stefano Pioli non è solo uno straordinario allenatore di campo. Al Milan ha costruito qualcosa di fantastico ma non solo per ciò che concerne la tecnica o la tattica. L’allenatore è stato un elemento importante per la rinascita del Diavolo soprattutto per ciò che ha trasmesso sul piano mentale e psicologico a tutti i suoi calciatori.

San Siro
San Siro (LaPresse)

Due anni fa aveva tappezzato Milanello con la classifica di Serie A per motivare i suoi calciatori, lo stesso ha fatto anche lo scorso anno ma senza mai rivelare all’esterno il contenuto. Si è ripetuto ancora, stavolta non a Milanello (o meglio, non solo) ma direttamente a San Siro, poco prima che la squadra possa entrare in campo. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, c’è una frase che Pioli ha fatto stampare e mettere nel tunnel che porta dagli spogliatoi dello stadio al prato verde. Una frase importante tratta da un libro motivazionale.

Pioli e la frase stampata nel tunnel di San Siro

“Be a warrior, not a worrier”. In sostanza: sii un guerriero, non avere paura. La frase si trova sulla parete rossa del tunnel: è scritta in carattere cubitali in bianco e nero, praticamente inconfondibili. Queste parole possono essere lette da tutti i calciatori poco prima di mettere piede sul campo. Un po’ come la leggendaria frase “This is Anfield” a Liverpool. La frase viene dal libro di Hayley L Silk, un life coach (una lettura motivazionale).

Nello sport a questi livelli la testa è fondamentale: è su quella che si è costruito il successo dello scorso anno, oltre ai meriti puramente tecnici e tattici (non c’è ombra di dubbio che il Milan per qualità del gioco sia la miglior squadra d’Italia). La motivazione è tutto o quasi e Pioli lo sa benissimo. Queste iniziative fanno parte del suo essere allenatore. Come detto non è la prima volta ma di certo quella più forte perché a San Siro e perché messa proprio lì prima dell’ingresso in campo. Un monito da tenere sempre a mente prima di scendere in battaglia.