“L’ultima follia”, il Milan trema: offerta irrinunciabile

Si ipotizza che dall’Inghilterra potrebbe arrivare un’offerta da 120 milioni di euro che faccia saltare il banco. Tifosi in subbuglio 

Il calciomercato non si sta chiudendo come i tifosi del Milan si auguravano. Dopo l’acquisto di Charles De Ketelaere, tutti speravano, che Paolo Maldini e Frederic Massara riuscissero a mettere le mani su un centrocampista e su un difensore.

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©LaPresse)

Due calciatori che potessero sostituire Franck Kessie e Alessio Romagnoli. Il club rossonero è ancora a lavoro affinché ciò accada, anche se i nomi, che circolano, non sono proprio quelli sperati. Ma in questi giorni a tenere in apprensione i tifosi del Milan sono soprattutto le news riguardanti Rafael Leao.

Il portoghese continua ad essere accostato al Chelsea. Stamani è La Gazzetta dello Sport a rilanciare l’ipotesi di un trasferimento a Londra dell’ex Lille. Il giornale ipotizza che il club inglese, alla ricerca di un attaccante importante, abbia la possibilità di mettere sul piatto un’offerta da 120 milioni di euro per il migliore giocatore dell’ultima Serie A.

Offerta che al momento, dalle parti di Casa Milan, non è arrivata. Manca pochissimo alla chiusura del calciomercato: le capacità economiche del Chelsea, così come di chiunque altro club inglese, sono note a tutti. Il rischio chiaramente può davvero esistere ma al momento, come detto, si parla di ipotesi. E’ vero che ci sono stati contatti tra gli agenti di Leao e il Chelsea, no con il Milan.

Voglia di Milan

Oggi è complicato ipotizzare una cessione di Rafael Leao. A pochissimi giorni dalla chiusura del calciomercato trovare un sostituto all’altezza senza strapagarlo non sarebbe certo facile.

La volontà del portoghese e del Milan, inoltre, è quella di andare avanti insieme. Si lavorerà al suo prolungamento da settembre. Gerry Cardinale porterà a termine il closing a breve: il rinnovo di Leao sarà il suo primo vero grande banco di prova che ne testerà le ambizioni.

Servono tanti soldi, serve uno sforzo importante: i 4,5 milioni concordati in inverno non bastano più e bisogna avvicinarsi ai 6/7 milioni di euro richiesti dal suo entourage. Una firma nelle prossime settimane è d’obbligo per spazzare via tutte le voci.