Leao, la condizione minima per rinnovare: il Milan è avvisato

I rossoneri hanno resistito all’offerta monstre del Chelsea, ma ora serve un grande sforzo economico per convincere l’ex Lille a rinnovare

Il mercato è ormai alle spalle e quindi ogni discorso in merito a possibili acquisti o cessioni, per il Milan come per tutte le altre squadre, è rimandato almeno fino al mese di gennaio, quando aprirà la sessione estiva.

Rafa Leao
Rafa Leao (©LaPresse)

I rossoneri hanno fatto tutto ciò che dovevano in entrata e la dirigenza ha messo a disposizione di Stefano Pioli una rosa completa e all’altezza per disputare le diverse competizioni. Il Diavolo inoltre si è trovato a dover anche resistere all’assalto di club importanti per alcuni dei suoi top in questi mesi, soprattutto negli ultimi giorni con un giocatore in particolare.

Il Chelsea infatti si è fatto avanti per Rafael Leao e la stampa ha affermato che a ridosso della chiusura del mercato i Blues abbiano offerta una cifra intorno ai 100 milioni di euro per provare a portare l’esterno portoghese a Londra. Il Milan però punta fortissimo su quello che è stato uno degli uomini chiave dello Scudetto dello scorso anno e vuole scrivere il futuro insieme a lui.

Rinnovo Leao, gli agenti parlano di una base da 7,5 milioni

La conferma della proposta monstre del Chelsea è arrivata oggi. Dario Donato sul proprio profilo Twitter ha spiegato che è tutto vero e che il Milan ha realmente resistito al super assalto degli inglesi da 100 milioni. Donato spiega anche che però il difficile per Paolo Maldini e Ricky Massara però arriverà ora perché l’entourage dell’ex Lille ha fatto sapere che per i discorsi sul rinnovo bisogna partire da una base di 7,5 milioni.

Una cifra davvero alta, che il club rossonero non garantisce più a nessuno dei suoi calciatori. Effettivamente la nuova politica societaria, che proseguirà anche con l’arrivo di RedBird, non è certo basata su ingaggi così alti, fatto sta che per trattenere Rafa Leao in rossonero sicuramente servirà uno sforzo.