Sorpresa in attacco: in panchina per il big match

Il Milan è chiamato a giocare tre partite tra Serie A e Champions League prima della pausa per le nazionali. Stefano Pioli è pronto a cambiare

È vigilia di campionato per il Milan che domani affronterà la Sampdoria, per la sesta giornata di Serie A. 

 I rossoneri sono reduci dal pareggio contro il Salisburgo, in Champions League e dal grande successo nel derby, contro l’Inter. Ancora tre partite prima della pausa per le nazionali.

Pioli e Spalletti
Pioli e Spalletti (©LaPresse)

A Genova forse il match più facile dei tre ma andrà affrontato con la massima concentrazione. Come raccontato, il tecnico del Diavolo è pronto a cambiare, per poter avere sempre i giocatori in condizione. Pioli ha confessato che contro il Salisburgo ha sbagliato nell’aver pensato che tutti stessero bene. Giroud, ad esempio, non è apparso per nulla brillante. Ben lontano da quello ammirato contro l’Inter. Discorso simile si può fare per Leao e Theo Hernandez ma se il francese potrà riposare, difficilmente il portoghese e il terzino mancino lo faranno.

Come raccontato, Divock Origi è pronto a scendere in campo, al Marassi, dal primo minuto. Verrà lanciato titolare al pari, molto probabilmente, di Dest, Pobega e Kjaer. Forze fresche, come detto, per non arrivare appannati ai prossimi appuntamenti.

Vincere sarà fondamentale per dare un segnale alle avversarie. Il trittico di gare si chiuderà con il Napoli. Gli azzurri hanno dimostrato, nonostante tanti volti nuovi, di essere una delle squadre da battere per la conquista dello Scudetto. E’ un avversario da tempo. Spalletti la passata stagione è uscito da San Siro con i tre punti e fra due domeniche non sarà certo facile riuscire a conquistare i tre punti.

Niente Milan-Napoli?

Il Napoli è apparso brillante contro il Liverpool. Un grande risultato che fa capire di che pasta è fatta la squadra azzurra ma Anguissa e compagni sono anche quelli che non sono riusciti a battere il Lecce in casa. Il Napoli sta comunque bene anche se deve fare i conti con una possibile assenza.

Contro il Liverpool si è fermato Osimhen. Un guaio muscolare. Spalletti rischia dunque di non avere una delle sue stelle contro il Milan. Il Mattino, stamani, lascia però qualche speranza. Il nigeriano potrebbe accomodarsi in panchina. C’è però la volontà di non rischiarlo. Il Milan è davvero a forte rischio.