Non lo aveva mai fatto prima: Giroud impressiona in Milan-Napoli

Emergono dei dati interessanti su Giroud dopo Milan-Napoli: c’è un fatto che lo riguarda che era mai capitato prima.

Le assenze di diversi colleghi lo costringono a giocare sempre, ma Olivier Giroud è ben felice di farlo. Anzi, recentemente ha anche ammesso che gli dispiace essere sostituito.

Olivier Giroud
Olivier Giroud (©LaPresse)

In questo inizio di stagione ha messo insieme 5 gol e un assist nelle 9 presenze collezionate tra Serie A e Champions League. Un buon bottino per l’attaccante francese, che nell’annata scorsa aveva totalizzato 14 reti e 4 assist in 38 partite. Certamente punta ad andare nuovamente in doppia cifra e ad essere determinante per la squadra.

A fine settembre compirà 36 anni, quindi non è più un ragazzino, però sta confermando di essere decisivo. Durante le partite deve anche gestire il suo fisico, però non fa mancare il suo contributo quando c’è da pressare i difensori avversari e fare un lavoro prezioso per la squadra fuori dall’aerea di rigore.

Milan-Napoli: Giroud on fire

Giroud in Milan-Napoli è andato in gol per la terza partita consecutiva e ciò non gli capitava dal luglio 2020, quando giocava in Premier League con il Chelsea. Il francese prima della rete agli azzurri aveva timbrato il cartellino anche contro Sampdoria e Dinamo Zagabria.

Sta attraversando un buon momento di forma. Contro il Napoli ha anche colpito una clamorosa traversa, con Alex Meret che ha compiuto un mezzo miracolo sulla sua conclusione dall’interno dell’area. Era il primo tempo e il risultato era sullo 0-0.

Giroud durante il match ha effettuato 8 tiri. In oltre 10 anni di carriera nei cinque maggiori campionati europei non aveva mai cercato così tanto la porta in una singola partita. Oliviero sempre affamato di gol. Forse anche troppo, dato che in un’occasione ha colpito un pallone che sarebbe stato destinato a un meglio posizionato Davide Calabria, che avrebbe calciato a botta sicura.