Galliani jr a TVPLAY: “Nesta al Milan, così convinsi mio padre”

Gianluca Galliani, figlio di Adriano, ha raccontato un retroscena sull’arrivo di Nesta al Milan nel calciomercato estivo del 2002.

Certamente Alessandro Nesta rappresenta uno dei più grandi colpi di mercato della storia del Milan. Il difensore perfetto per la squadra allora allenata da Carlo Ancelotti.

Nesta Galliani
Alessandro Nesta e Adriano Galliani nell’estate 2002 (©Ansa Foto)

La Lazio attraversava un periodo molto difficile a livello finanziario, quindi si ritrovò a dover vendere il proprio capitano. Per settimane sembrava essere l’Inter la destinazione del centrale laziale, però poi il club nerazzurro non chiuse l’operazione e preferì prendere Fabio Cannavaro dal Parma.

Silvio Berlusconi diede il via libera ad Adriano Galliani per fare un investimento importante e il giocatore arrivò a Milanello. Con la maglia rossonera ha vinto tutto fino alla stagione 2011/2012, poi ha speso gli ultimi anni della carriera in Canada e in India prima di intraprendere l’esperienza da allenatore.

Calciomercato Milan, Nesta in rossonero: parla Gianluca Galliani

Nel trasferimento di Nesta al Milan c’è anche un piccolo zampino di Gianluca Galliani, figlio di Adriano. Intervenuto a TVPlay, trasmissione Twitch di calciomercato.it, si è così espresso sull’argomento: “Papà aveva finito la campagna acquisti. Io stravedevo per Nesta e lo martellai tutti gli ultimi giorni. Per me all’Inter avrebbe spostato tantissimo, era destinato ad andare li. Per cui lo convinsi. Fuoriclasse assoluto. Lo metto non distante da Baresi e Maldini“.

Galliani junior ha insistito con il padre per portare l’allora capitano della Lazio in rossonero e poi l’operazione è andata in porto. Il Milan spese oltre 30 milioni di euro per comprarne il cartellino, un vero affare. Nesta con Paolo Maldini ha composto una grande coppia centrale difensiva per anni, poi nel finale della sua esperienza rossonera ha affiancato Thiago Silva e ha fatto molto bene anche con il brasiliano. Ha lasciato dei grandi ricordi ai tifosi.