Leao ora ha fretta: fra Milan e Chelsea, le ultime sul rinnovo

La Gazzetta dello Sport fa un focus approfondito sulla situazione di Rafael Leao e in particolare sul rinnovo. Il giocatore ha le idee chiare, ma…

Milan-Napoli ha detto parecchie cose a Stefano Pioli e ai suoi giocatori. Sicuramente, che non si può giocare una partita così lucida dal punto di vista del gioco e poi perdere. Inoltre, che quando Rafael Leao manca sul campo il Diavolo perde qualcosa. E perde di più!

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

A dirlo sono i dati riportati stamane da La Gazzetta dello Sport, che sottolineano quanto il giocatore portoghese sia unico nel dare imprevedibilità e qualità al gioco del Milan. Con Leao in campo, i rossoneri raccolgono una media punti di 2,3 a partita. Soltanto 1,4 quando invece resta in tribuna.

Numeri che fanno riflettere, nonostante il Milan contro il Napoli abbia dominato per diversi tratti della gara e abbia giocato probabilmente la sua migliore gara stagionale sin qui. Krunic lo ha sostituito al meglio, ma è chiaro che le caratteristiche di Rafael sono ben altra cosa. Un dato emblematico: nelle 5 partite saltate da Leao nelle tre stagioni in rossonero ci sono due Milan-Napoli, entrambe perse!

Ciò sta a significare che questa squadra ha bisogno di lui. Non è Leao dipendente attenzione, ma con lui in campo gli stessi compagni giocano e girano in maniera più consapevole e sicura. Sicuri che servendolo potrà combinare qualcosa. Ora il portoghese ha una priorità, e il Milan proverà a soddisfarla.

Leao, volontà chiara: il Chelsea spinge

Rafael dopo il Milan-Napoli dalla tribuna è partito alla volta del Portogallo. Ci sono gli impegni di Nations League da disputare, gare che saranno molto utili in vista dei Mondiali in Qatar e ai quali non mancherà di certo. Intanto, il giocatore ha cominciato a programmare il prossimo futuro. C’è una grande esigenza a farla da padrone, ed è quella di rinnovare col Milan! Leao ora ha fretta.

Leao Maldini
Rafael Leao e Paolo Maldini (©LaPresse)

Sì, ha fretta di dare una definizione alla sua attuale carriera, che così splendente non merita dubbi, perplessità e continui ripensamenti. Come non lo merita il Milan, che tanto tiene alla sua stella. Come sottolinea La Gazzetta dello Sport, dietro c’è inevitabilmente la questione del risarcimento allo Sporting Lisbona, che potrà essere decisiva in tal senso. 19 i milioni che Leao dovrà pagare al suo ex club.

Una cifra ripartita però tra lui, il Lille e appunto il Milan. Il club rossonero sin dall’inizio si è fatto avanti per aiutare Rafael, il problema è che adesso lui vorrebbe che fosse il Diavolo a pagare interamente la sua parte, e quindi 9,5 milioni di euro. Intanto, il Chelsea è in agguato, pronto a farsi sotto già a gennaio. L’urgenza del portoghese è quella di firmare il nuovo accordo prima del 2023. Vuole restare in rossonero, ma il Milan dovrà andare incontro alla sue richieste.

7 milioni di euro la pretesa di Leao e il suo entourage, con il club rossonero che potrebbe spingersi ad un’offerta di 6 milioni. Uno sforzo notevole e che condurrebbe il club a sforare di molto il tetto ingaggio previsto. I contatti tra il Milan e gli agenti sono continui riporta la Gazzetta, ma l’accordo è attualmente lontano. A novembre la stella rossonera partirà per i Mondiali, e in quelle occasioni, in base alle prestazioni, potrebbe davvero consacrarsi tra i giocatori più forti in circolazione.

In quel caso? In quel caso il Milan dovrà difendersi dalle minacce del Chelsea, che diventerebbero ancora più insistenti. A meno che Boehly non si innamori di un altro giocatore nella stessa finestra di impegni. Difficile, sembra molto difficile!