Gazzetta – Milan, buone notizie per Tonali e Rebic: la situazione

Il centrocampista è stato rimandato a casa a scopo precauzionale e la sua situazione non preoccupa: sulla via del recupero il croato e non solo

Il Milan è arrivato alla pausa dopo aver dato davvero tutto a livello fisico e in tanti hanno poi accusato dei problemi, nonostante abbiano deciso comunque di rispondere alle chiamate in nazionale.

Tonali e Rebic
Tonali e Rebic (©LaPresse)

Il club rossonero si ritrova ora con tanti giocatori acciaccati e in alcuni casi con tempi di recupero abbastanza lunghi, come ad esempio Mike Maignan. Il portiere francese ha evidenziato una lesione al polpaccio sinistro e ne avrà per circa un mese. C’è poi Kjaer che è uscito in Croazia-Danimarca per un leggero problema alla caviglia, anche se la situazione non preoccupa particolarmente. Per fortuna intanto c’è qualche elemento che è sulla via del recupero.

Secondo quanto riportato nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport in giornata Sandro Tonali tornerà a disposizione di Stefano Pioli. L’ex Brescia aveva già salutato i compagni di nazionale e Roberto Mancini prima della sfida di ieri con l’Inghilterra. Mandarlo a casa è stata una scelta precauzionale, dato che con gli Azzurri non si era mai allenato. Non ci dovrebbero essere quindi conseguenze in vista dei prossimi impegni con i rossoneri, a partire dalla trasferta di Empoli in programma sabato 1 ottobre.

Rebic è pronto: più lunghi i tempi per Origi e Hernandez

La rosea offre poi indicazioni positive anche per quanto riguarda Ante Rebic. Il croato ha praticamente smaltito il dolore alla schiena e si appresta a rientrare da subito per offrire un’alternativa in attacco a Olivier Giroud. Il francese ha dovuto fare gli straordinari in queste settimane e ora è impegnato anche con la nazionale francese, per cui potrebbe avere bisogno di riposare un po’ in vista dei tanti e fondamentali impegni ravvicinati che aspettano il Diavolo.

Rebic sta correndo a Milanello per ritrovare il ritmo giusto, visto che non gioca dallo scorso 21 agosto. Pioli lo ha aspettato e ora potrebbe decidere di puntare anche su di lui, anche perché i tempi di recupero di Divock Origi sono leggermente più lunghi. Per il belga potrebbe essere possibile un rientro con la Juventus, o nella sfida di ritorno contro il Chelsea. Più o meno si tratta degli stessi tempi di recupero di Theo Hernandez, che era arrivato in nazionale già con uno stiramento, rimediato in Milan-Napoli.