Calciomercato Milan, retroscena Botman: Maldini svela tutto

Il direttore tecnico del Milan ha svelato i retroscena sulle strategie di mercato della scorsa estate: “Sono cambiati i piani”

Nell’intervista al Festivale dello Sport, il direttore dell’area tecnica del Milan, Paolo Maldini, ha parlato davvero di tanti argomenti, e tra questi anche quello relativo all’ultimo mercato.

Paolo Maldini
Paolo Maldini (©LaPresse)

Come è ormai ben noto, le strategie di mercato dei rossoneri nella scorsa sessione estiva sono cambiate in corso, dopo che la società non è riuscita a chiudere per il difensore Sven Botman, non avendo trovato l’accordo con il Lille. Il centrale olandese si era poi accasato al Newcastle, che lo ha portato in Premier League a cifre altissime. Maldini ha quindi spiegato come sono cambiati i pani della dirigenza e la virata su Charles De Ketelaere.

“Noi abbiamo provato a prendere Botman prima di Charles, – spiega il dt – che avrebbe esaurito quello che era il nostro budget e avremmo virato su altri calciatori per quel ruolo lì. Fra le nostre idee a maggio e quello che è successo alla fine non c’è quasi un filo conduttore. A questo punto del nostro cammino non dobbiamo prendere giocatori medi, ma di grandissima prospettiva, e Charles è uno di questi”.

Maldini ha poi espresso parole importanti per il talento belga, sul quale lui e la società non hanno dubbi: “C’è bisogno di tempo ma noi dobbiamo aspettare. Io faccio l’esempio di Platini che alla Juventus nei primi sei mesi non fece bene, poi è tornato a vincere tutto. Un 2001 non deve farsi carico di tante responsabilità in un club come il Milan: questo equilibrio dobbiamo darlo noi. Sui giovani si fanno tante scommesse e non tutte vanno a buon fine, ma su di lui abbiamo pochissimi dubbi”.