Doppia gioia portoghese: il Milan ora spicca il volo

Non solo Rafael Leao, il Milan potrebbe presto avere un nuovo portoghese in rosa. Un calciatore che risolverebbe diversi problemi in casa rossonera

Rafael Leao decisivo anche in Nazionale. Sabato il talento del Milan è stato protagonista della vittoria contro la Repubblica Ceca. Un 4 a 0 che non lascia dubbi sulla superiorità dei lusitani.

Rafael Leao
Rafael Leao (©LaPresse)

Il campione rossonero è stato schierato dal primo minuto e ha fornito l’assist per il primo goal di Diogo Dalot. Proprio l’ex Milan, oggi al Manchester United, è stato il vero grande protagonista della partita, con una doppietta.

Sulle qualità del terzino, capace di giocare con estrema naturalezza sia a destra che a sinistra, nessuno ha mai avuto dei dubbi. In rossonero con Stefano Pioli ha fatto molto bene, dopo lo scetticismo iniziale.

Un suo ritorno non è così impensabile. Il Milan è alla ricerca di un’alternativa a Theo Hernandez e di un calciatore che possa contendere il posto sulla destra a Davide Calabria. Dalot, come detto, ha dimostrato di poter giocare in entrambe le fasce. Conosce già i metodi di allenamento di Pioli e gran parte dei compagni.

Il terzino, che attualmente, ha un contratto, con il Manchester United, in scadenza il prossimo 30 giugno, si è trovato bene a Milano ed è evidente che un matrimonio tra le parti rappresenti un’opportunità per tutti. Non va sottovaluta nemmeno l’amicizia con Rafael Leao. Coetanei e dello stesso paese. Se il Milan è intenzionato a fare un salto di qualità in quel ruolo Diogo Dalot rappresenta davvero il nome giusto. Un nome che chiaramente non è più una scommessa.

Leao e Dalot: portoghesi a Milano

Leao-Dalot
Leao-Dalot (©LaPresse)

E’ evidente che in caso di arrivo di Diogo Dalot a Milano, l’augurio è di vedere anche Leao in rossonero. Le parole di Paolo Maldini delle scorse ore hanno un po’ tranquillizzato i tifosi. Il Direttore Tecnico del Diavolo si è detto fiducioso. Ora mancano davvero solo le firme. La volontà di tutti è quella di andare avanti insieme. Per l’ex Lille riabbracciare un amico e un compagno di Nazionale come Dalot potrebbe essere un’altra buona notizia.