Pioli e la gita al lago, in trasferta per compattare il gruppo!

È stato un weekend di relax e riflessioni per Stefano Pioli e il suo staff. Il tecnico ha scelto una meta da sogno per solidificare certezze e unione…

Manca poco per il ritorno in campo della Serie A. L’1 ottobre il Milan di Stefano Pioli incontrerà l’Empoli per continuare a dare un senso positivo alla sua stagione. Sarà un mese cruciale quello di ottobre, che precederà la lunga sosta per i Mondiali. C’è l’esigenza di dare il massimo per fermarsi con la giusta serenità e convinzione.

Pioli, Bonera e Murelli
Pioli, Bonera e Murelli (©LaPresse)

Intanto, i rossoneri hanno passato due giorni di riposo, la domenica e il lunedì. Torneranno oggi a Milanello per cominciare il lavoro di preparazione alla trasferta toscana. Stefano Pioli questo weekend non si è pero girato i pollici. Anzi. Il tecnico, grande empatico e motivatore, ha radunato il suo staff tecnico al Lago di Como. 

Tutti presenti, gli infortuni il grande tema!

Una gita fuori porta per confrontarsi, rilassarsi, riflettere e compattarsi sempre più. Due giorni passati insieme, con anche le rispettive famiglie presenti. C’erano tutti gli uomini di fiducia di Pioli. Il vice storico Murelli, i collaboratori tecnici Luciano Vulcano e Daniele Bonera, la batteria dei preparatori dei portieri con Gigi Ragno, Flavio Roma e Emiliano Betti, il team manager Andrea Romeo, i preparatori atletici e i match analyst capitanati da Gianmarco Pioli, figlio del mister rossonero.

TuttoSport, in edicola oggi, parla di un clima disteso tra i collaboratori, nel quale si è parlato tanto di calcio. Sicuramente, uno degli argomenti principali avrà fatto capo ai recenti infortuni, con quello di Mike Maignan a preoccupare maggiormente. Bisognerà far fronte alla lunga e pesante assenza del portiere francese. Ma non solo Mike! Sono stati diversi gli infortuni che nelle ultime settimane hanno decimato la rosa. Gli impegni sono tantissimi!

Lo staff tecnico rossonero sta lavorando duro in tal senso. Permettere ai giocatori di recuperare in tempo e nel miglior modo possibile non è affatto semplice quando si gioca ogni tre giorni. Il team di Pioli ha dimostrato grandi cose, innanzitutto di saper crescere e migliorare in corsa. E le 48 ore al Lago di Como saranno servite a chiarirsi e a perfezionare il lavoro dei prossimi giorni.

A volte non si comprende il lavoro e l’importanza dello staff tecnico in una squadra. Ma Pioli sa bene quali punti toccare per far sentire tutti indispensabili!