Milan, fissata la data del rientro: possibile sorpresa

Gazzetta.it fa un focus sulle condizioni del rossonero. E’ in via di ripresa dall’infortunio, e non è escluso un suo rientro in anticipo rispetto alle previsioni…

E’ un periodaccio per il Milan dal punto di vista degli infortuni. L’ultimo oggi, a sorpresa, di Junior Messias. Inevitabilmente, come ogni anno, il Diavolo perde continuamente pezzi in precisi periodi della stagione. Ma quello del brasiliano è solo l’ultimo di una lunga serie di infortuni. I più pesanti quelli di Mike Maignan e Theo Hernandez. Per fortuna hanno recuperato Sandro Tonali, Davide Calabria e Ante Rebic. 

Allenamento Milan
Allenamento Milan (acmilan.com)

Per quanto concerne il portiere francese, è previsto per il 22 ottobre contro il Monza il suo ritorno in campo. Su Theo Hernandez non ci sono certezze. Il terzino potrebbe farcela per il big match di Serie A contro la Juventus, o slittare il rientro alla sfida casalinga di Champions League contro il Chelsea dell’11 ottobre. All’appello manca Divock Origi, anche lui alle prese con la riabilitazione dall’infortunio.

Per il belga, al momento, soltanto 80 miseri minuti giocati, e una condizione fisica troppo precaria. L’ex Liverpool è addirittura volato in Belgio per comprendere come evitare prossime ricadute. Tornato dal suo paese natale, sta lavorando sodo per dimostrare la sua utilità a questo Milan e a Stefano Pioli. Gazzetta.it fornisce novità in tal senso.

Origi, rientro in anticipo?

Gazzetta.it spiega che il ritorno in campo di Divock Origi è attualmente previsto per il big match casalingo contro la Juventus l’8 ottobre. Anche se nulla è detto. L’attaccante belga potrebbe sia posticipare che anticipare il rientro. La rosea digitale non esclude infatti che il belga possa farcela per la trasferta allo Stamford Bridge del 5 ottobre, e quindi sorprendere tutti dando torto alle previsioni.

Divock Origi vs Becao
Divock Origi vs Becao (©LaPresse)

Ma la cautela nei pronostici non deve essere mai troppa, per questo, data la mancanza di certezze, non è da escludere che Origi non ce la faccia né per la trasferta di Champions col Chelsea, né per lo scontro diretto alla Juve a San Siro. In quel caso, potremo rivederlo in campo soltanto l’11 ottobre sempre contro i blues, ma a Milano. Sarà ovviamente il suo fisico a decidere per lui, e tutto dipenderà da come Divock risponderà agli stimoli in questi tre giorni.