Milan, il nuovo Chelsea è partito bene: cosa ha cambiato Potter

I londinesi sono partiti bene sotto la nuova guida tecnica vincendo in rimonta con il Crystal Palace: Potter ha escluso un giocatore importante

Dopo il successo contro l’Empoli ora il Milan deve focalizzarsi sulla sfida di Champions League contro il Chelsea, valida per la terza giornata del girone. I rossoneri affronteranno i Blues dopo il cambio in panchina e questo può cambiare qualcosa.

Chelsea
Chelsea (©LaPresse)

Mercoledì sera a Stamford Bridge la squadra di Stefano Pioli si gioca una partita molto importante in chiave qualificazione, dopo i 4 punti raccolti nelle prime due gare contro il Salisburgo e la Dinamo Zagabria. Avrà grandi motivazioni però anche e soprattutto il Chelsea, che contro croati e austriaci hanno raccolto un solo punto e hanno bisogno di invertire il trend.

Prima della sosta il club londinese aveva deciso di cambiare e ha esonerato Thomas Tuchel, andando a prendere Graham Potter. L’ex allenatore del Brighton ha esordito ieri in Premier League sul campo del Crystal Palace e ha trovato la vittoria in rimonta per 1-2 grazie alle reti di Aubameyang e Gallagher.

Chelsea, Koulibaly fuori dai titolari

Potter ha presentato la squadra sotto una nuova veste tattica, con una sorta di 4-2-2-2 schierando Kai Havertz e Mason Mount dietro a Sterling e Aubameyang. Nell’ultima sfida con Tuchel il Chelsea era invece sceso in campo con la difesa a tre. In particolare i due inglesi sono stati lasciati liberi di svariare molto sulla trequarti. La sfida non era però iniziata bene con lo svantaggio immediato per via del gol di Edouard. I Blues hanno però chiuso in crescendo con un possesso palla superiore al 60% e con 13 tiri.

A livello di formazione Potter ha deciso di lasciare in panchina Kalidou Koulibaly. L’ex Napoli non convince probabilmente del tutto il nuovo tecnico e al suo posto è stata schiarata la coppia formata da Thiago Silva e Fofana. Il senegalese potrebbe quindi essere il sacrificato al momento, anche per la sfida contro il Milan.