Milan-Chelsea, Cesari incredulo: “Follia regolamentare di Siebert”

Le parole dell’ex arbitro italiano sull’episodio da moviola che ha fatto letteralmente impazzire i milanisti e chiuso la partita.

Il Milan perde ancora con il Chelsea. Ma la differenza l’ha fatta la decisione dell’arbitro Daniel Siebert, che ha indirizzato la gara con una decisione a dir poco discutibile.

siebert
l’arbitro Siebert in Milan-Chelsea (©LaPresse)

Il rigore concesso al 18′ minuto al Chelsea e la conseguente espulsione di Fikayo Tomori faranno discutere per giorni. Una scelta molto severa che in casa Milan non è stata accettata di buon grado.

A dare ragione alle proteste rossonere c’ha pensato Graziano Cesari. L’ex arbitro e attuale moviolista di Sportmediaset ha rilasciato un commento piuttosto netto sull’episodio del rigore.

La decisione è incomprensibile, visto che l’entità del tocco di Tomori non è sanzionabile col rigore. Prima usa il braccio destro, poi s’appoggia col sinistro. L’arbitro dopo il fischio dice che c’è una trattenuta. Sbagliato. Le immagini lo dimostrano. Le mani non stringono mai Mount, poi lo lascia anche andare. Mount per conto suo allarga il braccio per tenere a distanza Tomori, come fanno tutti i calciatori in queste situazioni. Poi arriva anche a calciare. Una follia regolamentare di Siebert. Non può andare al VAR perché l’intensità del fallo la decide il direttore di gara”.

Cesari inoltre parla di giusta decisione di Siebert sul ‘giallo’ a Sterling, intervento duro sul quale i rossoneri hanno chiesto l’espulsione diretta. Ma c’era un secondo giallo per l’inglese: fallo su Bennacer, intervento sul collo del milanista, ci stava il giallo.