Infortunio Maignan, il Milan lo riporta in Italia: la situazione

L’infortunio di Mike Maignan al polpaccio lo sta costringendo ad un altro stop prolungato. Ecco l’ultima mossa per recuperare.

La più grande tegola capitata al Milan in questa prima parte di stagione riguarda il portiere. Mike Maignan ha avuto la sventura di subire ben due infortuni muscolari pesanti.

Maignan
Mike Maignan (©LaPresse)

Il numero 16 francese si è fermato prima durante un match della sua Nazionale, per una lesione al polpaccio. Ma la cosa peggiore è stata la ricaduta subita qualche giorno fa, quando Magic Mike sembrava pronto al rientro con il Milan.

I rossoneri si stanno adeguando, con l’utilizzo del sempreverde Tatarusanu come titolare d’eccezione. Ma Maignan sta tentando il tutto per tutto per rientrare in vista dei Mondiali di Qatar, che scatteranno a metà novembre prossimo.

La mossa di Maignan e della Francia per non perdere i Mondiali 2022

Le ultime sul tentativo di Maignan e della Federcalcio francese giungono da L’Equipe. Il quotidiano sportivo svela un retroscena: il portiere si è recato in patria di recente per provare ad accelerare i tempi del rientro.

Lunedì, ovvero ieri, Maignan si è recato presso il centro sportivo federale NT a Clairefontaine, una delle basi della Nazionale transalpina. L’intento è quello di avviare un trattamento alternativo per l’infortunio al polpaccio.

Una mossa per essere valutato anche direttamente dallo staff medico della sua Nazionale, in vista delle convocazioni al Mondiale. Ma si è trattato solo di un trasferimento temporaneo.

Coppa del Mondo (©LaPresse)

Maignan tornerà quasi subito a Milanello. Il Milan infatti vuole gestire personalmente ed autonomamente il recupero del proprio portiere, evitando di far mettere troppe ‘mai’ sul polpaccio infortunato del classe ’95. Il protocollo di trattamento continuerà dunque in Italia, ma lo staff francese seguirà da vicino la sua situazione.

Le previsioni parlano chiaro: Maignan potrebbe perdere, a meno di recuperi lampo, tutta la fase a girone del Mondiale in Qatar e rientrare in tempo per gli eventuali ottavi di finale. Starà al c.t. Deschamps ed al suo staff sanitario decretare la convocazione o l’esclusione del rossonero.