San Siro, Sala: “E’ necessario abbatterlo, il motivo è chiaro”

Giuseppe Sala ha fatto un intervento importante su San Siro e la costruzione del nuovo Stadio di Milan e Inter. Parole cruciali quelle del Sindaco!

Continua a tenere banco la discussione sulla costruzione del Nuovo Stadio e su ciò che ne sarà di San Siro. Nelle ultime ore è tornata a battere forte la possibilità per il club rossonero di edificare un nuovo impianto in solitaria. Al momento ipotesi, ma che ovviamente sollevano dei grandi polveroni.

San Siro
Stadio San Siro (©LaPresse)

Intanto, il Sindaco di Milano è tornato a parlare della questione. Presente alla Fondazione Collegio delle Università Milanesi si è trovato a discutere con gli studenti della costruzione del Nuovo Stadio per i due club milanesi. “C’è un percorso da fare, con buona probabilità il nuovo stadio si farà. Stiamo procedendo con il dibattito pubblico che finirà il 18 novembre, alla fine il Comune deve accettare o rigettare le osservazioni”. 

Insomma, trapela un certo ottimismo dalle parole del Primo Cittadino, che ha poi fatto un’importante precisazione su ciò che ne conseguirà dall’edificazione della nuova area.

Sala: “Ci vorranno anni per questo”

Giuseppe Sala ha proseguito spiegando che dalla realizzazione del Nuovo Stadio passa la costruzione di nuove strutture vicine, come spazi commerciali, uffici, campi sportivi. Ed è lì che entra in ballo uno dei vincoli del PGT, il piano del governo del territorio della città di Milano, che fa riferimento a quanto spazio verde lasciare.

Giuseppe Sala
Giuseppe Sala (©LaPresse)

Ed è proprio in questo punto cruciale che rimane inevitabile l’abbattimento di San Siro. Lo ha spiegato bene il Sindaco: “Se dovessi tenere San Siro è chiaro che le nuove costruzioni andrebbero a prendere un’altra parte e porterebbero via del verde. La zona dove c’è San Siro per i club è vista infatti come una parte del loro sviluppo, quindi in questo senso diventa necessario abbattere San Siro”.

Infine, Giuseppe Sala è tornato ad esprimere la sua positività nella vicenda, anche se ci vorrà parecchio tempo: “Il processo è nelle fasi finali con il dibattito pubblico, e dopo questo la giunta dovrà esprimersi ma io vedo un positività in questo percorso. Le squadre inizieranno a fare il progetto esecutivo che andrà in aula del Consiglio comunale. Ci vorranno però anni, tanto che l’inaugurazione dei Giochi olimpici di Milano-Cortina del 2026 si terrà a San Siro”.