Milan-Salisburgo, l’attaccante sorprende: “Non abbiamo l’obbligo di vincere”

Alla vigilia del match decisivo tra i rossoneri e gli austriaci, l’attaccante racconta le sue sensazioni e avverte gli avversari

Domani sera a San Siro il Milan si gioca una bella fetta della stagione in quello sarà un vero e proprio spareggio Champions contro il Salisburgo. I rossoneri non devono perdere contro il club della Red Bull se vogliono raggiungere gli ottavi.

Salisburgo-Milan
Salisburgo-Milan (©LaPresse)

La squadra di Pioli infatti al momento è al secondo posto con 7 punti, mentre gli austriaci sono terzi a 6. In teoria si tratta di una situazione molto favorevole, considerando anche che lo scontro diretto è in casa, ma non va sottovalutato il fatto che tutte le pressioni saranno dalla parte del Diavolo, come ha confermato anche uno degli avversario.

“Non abbiamo l’obbligo di vincere, saremmo contenti se riuscissimo a proseguire il cammino europeo” ha affermato Noah Okafor, attaccante del Salisburgo, in un’intervista alla Gazzetta dello Sport. Il 22enne, che andò a segno nel match dell’andata, e già autore di 3 gol in questa edizione della Champions League, è uno dei talenti più puri della formazione austriaca.

Okafor
Okafor (©LaPresse)

Okafor alla Gazzetta: “Arriviamo senza pressioni”

Tra le dichiarazioni dello svizzero classe 2000, apparse oggi sull’edizione della rosea, si legge anche: “Il Milan? Squadra forte e grande club. Sfidare i campioni d’Italia è una bella esperienza. Non vedo l’ora, è una partita importante, in palio c’è molto. Ma arriveremo a Milano senza pressioni.

Frasi di circostanza forse, delle quali il Milan non deve fidarsi, perché c’è da scommettere che la squadra allenata da Matthias Jaissle scenderà in campo per vincere ad ogni costo, così come Okafor vorrà essere ancora decisivo, come l’anno scorso quando segnò al Siviglia mandando il Salisburgo agli ottavi di finale: “Mi piacciono queste sfide. La Champions è speciale, trasmette emozioni differenti”.